Publisher: Sony Computer Entertainment Developer: Housemarque
Piattaforma: PS4 Genere: Shooter Giocatori: 1 (Online: 2-4) PEGI: 16 Prezzo: 19.99€

I ragazzi finlandesi di Housemarque ci mettono tra le mani quello che dovrebbe essere il seguito spirituale di Dead Nation, sostituendo gli zombie con gli alieni e mantenendo la stessa formula di base del gameplay, migliorando e limando ciò che era il precedente titolo, puntando a creare il Twin Stick Shooter definitivo. Quindi dopo Super Sturdust HD, Dead Nation e Resogun ecco finalmente arrivare Alienation esclusiva marchiata Sony, che ci metterà nei panni dell’ultima speranza di sopravvivenza per la razza umana contro una devastante invasione aliena.

alienation_005

Un’invasione senza precedenti

Appena avviato il gioco si parte subito con un filmato che introduce al gioco: gli alieni hanno invaso la Terra, sono arrivati quasi di soppiatto e poco alla volta hanno conquistato l’intero pianeta, la razza umana è quasi totalmente sterminata, rimane solo un pugno di uomini chiamati a proteggere la Terra e annientare definitivamente l’invasione. Per fare ciò, il governo mondiale, chiamato UNX, ha reso possibile la costruzione di esoscheletri cibernetici che potenziano gli esseri umani concedendo agli utilizzatori una forza sovrumana e abilità fuori dal comune. Escluso il primo sprint iniziale, la trama non regala momenti epici o da ricordare, sotto questo aspetto Dead Nation era raccontato sicuramente meglio, ma Alienation non punta alla trama quanto al gameplay.
Nel gioco avremo a disposizione tre classi una per ogni esoscheletro presente e sono: Sabotatore, Tank e Bio-specialista. Vi rimando al prossimo paragrafo per sapere in che cosa differiscono.

alienation_001

La classe non è acqua

Il Sabotatore possiede un’armatura creata con tecnologia aliena, capace di muoversi ad alte velocità, diventare invisibile e chiamare un attacco aereo capace di distruggere ogni cosa nel suo raggio di azione. Il “Sabotatore” è l’unica classe del gioco che prevede anche il combattimento corpo a corpo tramite delle spade al plasma, mentre le altre due classi prevedono solo un unico colpo a mani nude per tenere a bada i nemici durante i caricamenti delle armi o se siete totalmente circondati.
Il “Tank” neanche a dirlo è il più grosso del gruppo, ha la capacità di aumentare la sua forza e assorbire un gran numero di proiettili, allo stesso tempo ha la possibilità di utilizzare enormi armi, capaci di portare distruzione in ogni dove.
Arriviamo poi al “Bio-Specialista”, questa è la classe di supporto, tramite l’uso di nano macchine ha la possibilità di curare se stesso e gli alleati, inoltre può rilasciare una scia di nube tossica che avvelena solo ed esclusivamente gli Xeno, rimanendo sempre a debita distanza.

alienation_002
Una volta scelta la classe e la difficoltà siamo pronti ad entrare nel campo di battaglia e qui, inizia lo spettacolo. Il menù principale è un grande monitor che ci permette di controllare l’intero pianeta e, proprio come in Dead Nation abbiamo la possibilità di vedere ogni nazione mondiale quante uccisioni ha totalizzato, creando così una classifica globale in continuo aggiornamento secondo per secondo. Abbiamo poi la possibilità di gestire la nostra armatura e il nostro equipaggiamento e ovviamente la possibilità di iniziare il massacro entrando nella campagna principale.

1
2
3
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
9/10
CONDIVIDI
Articolo precedenteUn’ora di Gameplay dedicata al Single-Player di DooM
Prossimo articoloIn arrivo la demo di One Piece: Burning Blood
Nicola Raiola
All'interno del mondo del Bit fin dal suo stato embrionale di UPSBlogit. Ha iniziato a giocare alla tenera età di 4 anni. Appassionato a quasi ogni genere videoludico, segue con passione oltre a videogames, anche film, anime e manga, questo purtroppo è causa della sua instabilità mentale.