Sviluppatore: Targem Games Publisher: Gaijin Entertainment Piattaforma: PS4 Genere: Azione Giocatori: 1 (Online: 2-16) PEGI: 7 Prezzo: Free-to-play

Il panorama videoludico dei free-to-play è sempre in espansione su qualunque tipo di piattaforma, tuttavia, nonostante già disponibili, non tutti i tioli hanno raggiunto la propria build definitiva. Questo è il caso di Crossout, MMO di azione che abbiamo già avuto il piacere di recensire poco prima del lancio su PlayStation 4, e che si aggiorna ora a una build quasi definitiva.

I figli dell’alba

Crossout di Targem Games e Gaijin Entertainment si avvicina sempre più alla sua versione completa grazie all’aggiornamento 0.8.0, con l’aggiunta di nuovi contenuti originali.

L’aggiornamento più rilevante sta nell’entrata in scena della sesta fazione, i Dawn’s Children. Si tratta di una comunità fondata da un gruppo di scienziati sfuggiti all’epidemia del Crossout, che ora cerca di reclamare i propri territori delle terre desolate servendosi della loro specialità: armi molto tecnologiche.

I Dawn’s Children dispongono infatti dell’equipaggiamento quanto più futuristico presente non solo in Crossout, ma nei videogiochi o film post-apocalittici, facendo “ciao ciao” al mondo a cui si ispira, ossia quello di Mad Max. Per entrare a far parte della fazione dovremo, come da consuetudine per Crossout, giocare un bel po’. Bisognerà infatti arrivare al livello di reputazione 10 con gli Ingegneri, dopodiché sbloccheremo la fazione Nomadi, e arrivando anche con quella fazione al livello 10 sbloccheremo i Dawn’s Children. Diciamo quindi che i pezzi più pregiati sono accessibili solo ai veterani, o a chi si facilita il percorso comprando un determinato pacchetto.

Dal deserto allo spazio

Mentre tutte le altre fazioni dispongono di pezzi più o meno normali, tra veicoli grezzi e simil carri armati, la fazione Dawn’s Children si discosta quasi completamente dagli altri cinque tipi di veicoli, proponendo le auto volanti.

I propulsori Icarus (da Icaro, per l’appunto) sostituiscono le comuni e ormai obsolete ruote per permettere di volare a piacimento in giro per la mappa a livelli di velocità altissimi. Tuttavia raccomandiamo di fare molta pratica offline con un veicolo volante prima di gettarsi in battaglia, in quanto pilotare una di queste specie di astronavi non sarà affatto una passeggiata. Non sempre riusciremo a portare il nostro bolide dove vorremmo che andasse, per non parlare della manovrabilità pari a zero quando verremo colpiti o quando spareremo con un cannone. Insomma, se siete inesperti, non vedrete l’ora di tornare con i piedi (o con le ruote) per terra.

Spalancare le porte dei figli dell’alba non significa poter già festeggiare. La possibilità di costruire i pezzi futuristici tanto desiderati sarà ancora un po’ lontana, riservata dal livello 5 in poi, ma anche dal livello 1 potremo accontentarci dei veicoli da terra tra i più avanzati del gioco. Auto leggere e veloci, tuttavia resistenti e dotate di armi all’avanguardia.

Crossout: Dawn’s Children offre ai giocatori un variegato elenco di armi utilizzabili. Si passa da semplici mitragliatrici a cannoni, fino ad arrivare a cannoni al plasma, pistole laser e addirittura scudi elettromagnetici. Inutile dire quanto le ultime due armi da fuoco citate siano più potenti delle armi comuni sebbene lente (ma non troppo) da utilizzare, e ciò lascia ben poco scampo ai neofiti.