“All’Inferno il diavolo è un eroe positivo”.
Stanislaw J. Lec

Annunciato nel lontano 2008 e pubblicato finalmente, per la gioia dei fan, nell’anno 2012, Diablo III continua a essere supportato grazie a un eccezionale lavoro da parte di Blizzard, che con Ascesa del Negromante si appresta ad aggiungere nuove funzionalità al suo apprezzatissimo titolo.

Un passo indietro, poi sempre avanti

I giocatori meno assidui saranno rimasti a quasi tre anni fa quando, nel settembre del 2014, venne pubblicata su PlayStation 4 una versione riveduta e corretta di Diablo III.

La Ultimate Evil Edition, questo il nome del pacchetto, ebbe il merito di introdurre tantissime novità derivanti soprattutto dal pacchetto di espansione denominato Reaper of Souls ed uscito stand-alone solo su PC.

Trattandosi di uno dei marchi più amati dai giocatori, Diablo non si è ovviamente addormentato sugli allori, continuando a proporre nuovi contenuti nel corso degli anni per mantenere alto l’interesse dei videogiocatori nel prodotto. Le novità della Ultimate Evil Edition, infatti, sono state seguite da eventi dalla durata limitata, come quello della “Anniversary Patch” e aggiunte più succose come quella delle stagioni, già presenti su PC e sbarcate anche su console.

Ascesa del Negromante, il pacchetto di cui stiamo per andare a fare un’attenta disamina, è quindi solo l’ultimo di una serie di tasselli che stanno dando vita a un mosaico ricco e colorato, in cui possono trovare divertimento sia i neofiti della saga sia gli appassionati.

Amico dei non-morti

Come lascia intendere facilmente il nome di questo DLC, Ascesa del Negromante introduce una nuova classe giocabile che si ispira a una delle più utilizzate nel precedente capitolo del gioco, il negromante appunto (ma va? pensavo il maestro di tennis NdD), dotato della straordinaria abilità di resuscitare e comandare i morti.

Il negromante attinge tutta la sua incredibile potenza da una riserva denominata Essenza che, come già avviene utilizzando il Monaco, si ricaricherà non con il tempo ma usando alcune particolari abilità d’attacco quali Salasso e Tetra Falce.

A fianco a queste abilità troviamo la già citata e fondamentale possibilità di far resuscitare i cadaveri per ottenere un aiuto negli scontri più intensi contro demoni e angeli e, qualora la situazione si facesse troppo complicata, farli esplodere per infliggere pesanti danni ai nostri nemici.

Quello che rende davvero interessante la nuova classe è però soprattutto la sua poliedricità: abilità come Armatura d’Ossa ci permetteranno di diventare all’occorrenza dei discreti tank, mentre, se decideremo di votarci all’attacco, puntare tutto sulla legione di morti ci permetterà di muovere un numero ragguardevole di “assistenti” su schermo, rimanendo prudentemente in disparte.

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
7/10
CONDIVIDI
Articolo precedenteA Hat In Time: in arrivo quest’anno su PlayStation 4
Prossimo articoloDOOM: un trailer dedicato all’aggiornamento 6.66
Stefano Bongiorno
Nato e cresciuto in cattività, il giovane Stefano è stato svezzato a latte in polvere e Nintendo, cosa che lo ha portato con gli anni a dover frequentare numerosi gruppi di recupero e svariati osteopati a causa delle deformazioni alle mani causati dall'uso di pad rettangolari. Oggi Stefano ha 26 anni e scrive per il Bit, non perchè abbia una scelta, ma perchè se no il boss Dario lo fustiga con le copie invendute di Digimon All Stars Rumble. Nel tempo libero si dedica occasionalmente al suo lavoro di commesso di telefonia e soprattutto alla caccia ai trofei di Platino, con scarsi risultati.