Publisher:Bethesda Developer: Arkane Studios
Piattaforma: PS4 Genere: Stealth/Action Giocatori: 1 PEGI: 18 Prezzo: 69,99€

Dopo 15 anni trascorsi a livello di trama e 4 anni a livello temporale, Dishonored 2 arriva durante questo freddo Novembre per entusiasmare gli amanti della saga e per avvicinare qualche nuovo videogiocatore al brand! Saranno riusciti i nuovi poteri, i nuovi personaggi, una location nuova di zecca e tantissimo sano stealth a sorprenderci ancora una volta?

dishonored-2-
L’altra faccia della medaglia

La storia di Dishonored 2 si apre ben 15 anni dopo le vicende del primo capitolo (illustrate grazie ad un comodo filmato iniziale) che videro Corvo Attano vendicare il nome della sua regina e amata Jessamine Kaldwin. Dunwall è tornata fiorente, la peste è stata scongiurata ma purtroppo non tutte le storie sono a lieto fine e sembra essere proprio questo il caso! Infatti dopo che Corvo Attano avrà preso e affidato il regno all’unica figlia, erede legittima, Emily Kaldwin, un nuovo presagio si abbatterà su Dunwall: l’arrivo della strega Delilah che, autoproclamandosi sorella di Emily ed unica erede al trono, riuscirà grazie al potere di arti oscure ad ottenere il dominio sulla città. A quel punto sarà vostro dovere scegliere chi tra Corvo ed Emily (scelta non modificabile nel corso dell’avventura) avrà l’onore e l’onere di ristabilire l’ordine e riportare la pace a Dunwall tramite un lungo viaggio fino alla splendida città Karnaca, capitale dell’isola del sud “Serkonos”.

Dishonored 2 (0)

In seguito alla scelta del protagonista avrà inizio la vostra avventura che vi porterà, nonostante la preferenza espressa tra Emily o Corvo, a vivere le stesse vicende e il medesimo epilogo. L’elemento che però cambierà l’esperienza a favore di un alto tasso di rigiocabilità è sicuramente l’approccio alle singole missioni. Ogni personaggio infatti dispone di abilità uniche che, se sommate alle miriadi di combinazioni che sarà possibile effettuare, grazie all’ottimo level design orizzontale e verticale dell’opera, saranno in grado di offrirvi ore ed ore di divertimento. La libertà di azione risulta infatti essere il cuore pulsante dell’intera produzione che però sembra quasi spingere indirettamente i giocatori ad un approccio più stealth non tanto per motivi legati alle location o alla trama ma per un grande problema che, invano, speravamo sarebbe stato risolto nel secondo capitolo della serie: i combattimenti all’arma bianca. I giocatori che infatti preferiranno adottare strategie più “affrettate”, violente e drastiche, si imbatteranno spesso e volentieri in problemi di varia natura come: hitbox mal calibrate, animazioni d’attacco in certe situazioni ambigue, una scarsa fisicità degli scontri (vi sembrerà a volte di accoltellare o trafiggere del burro invece che esseri umani) e un sistema di parata/attacco che dopo poche ore di gioco diventerà ridondante e altamente noioso.

Dishonored 2 (2)

1
2
3
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
9/10
CONDIVIDI
Articolo precedenteL’80% dei ragazzi che hanno frequentato la Digital Bros Game Academy lavora
Prossimo articoloNuovo trailer per Tekken 7
Appassionato di videogames, musica di tutti i generi, film e serie TV. Specializzato nel settore informatico riguardante sistemi operativi, modding, iOS e assemblaggio PC. Vivo seguendo il motto tanto semplice e mai banale "Ad Maiora!"

5 COMMENTI

Comments are closed.