Sviluppatore: Supermassive Games Publisher: Sony Computer Entertainment Europe Piattaforma: PS4 Genere: Film Interattivo Giocatori: 1-6 PEGI: 18 Prezzo: 19,99 €

“Ogni uomo è un criminale senza saperlo”.
Albert Camus

Se siete appassionati di titoli horror, probabilmente non vi sarete lasciati sfuggire l’interessante Until Dawn, horror di Supermassive Games proposto in esclusiva su PlayStation 4 che ha portato una ventata di novità nel genere. Ebbene, sempre in nome dell’innovazione, il team ha deciso di abbandonare la sicurezza del controller per passare, con Hidden Agenda, a PlayLink.

Mani nel fango

Se la fuga da Blackwood Pines non ha riscontrato il vostro gradimento, sarete felici di sapere che Hidden Agenda cambia tema e sposa una storia poliziesca in stile CSI, abbandonando quindi la paura per passare all’azione e all’investigazione.

La trama è semplice solo sulla carta, dato che all’atto pratico si rivelerà essere un complicato intreccio di misteri. In una città americana non identificata (non viene infatti mai fornito un nome) un misterioso assassino sta compiendo una serie di omicidi che sembrano colpire sia innocenti che i membri della polizia locale.

L’agente Becky Marnie, che pensava erroneamente di aver catturato l’assassino e fermato la spirale di morte, e la procuratrice distrettuale Felicity Grames, invischiata per sua sfortuna nel caso, dovranno quindi indagare per trovare il vero colpevole e assicurarlo alla giustizia.

L’indagine, che si dipanerà in qualche ora di narrazione e di scelte multiple, potrà essere completata sia in singolo che in gruppo, usando il proprio smartphone come controller.

Fidatevi di me

Il concetto alla base di Hidden Agenda è molto semplice. La narrazione su binari infatti proporrà di tanto in tanto scelte tra più opzioni sulle quali i giocatori dovranno meditare per poi prendere una decisione. La maggioranza deciderà quale azione dovrà compiere il personaggio di cui avremo il controllo, cosa che potrebbe essere positiva o dannosa a seconda della situazione. Ecco quindi che esplorare un giardino potrebbe essere meglio che irrompere in un’abitazione, con il rischio però che il bersaglio che stiamo seguendo si dia alla fuga a causa di una nostra esitazione.

Le decisioni, comunque, andranno a influenzare solo parzialmente la storia che proseguirà senza troppi intoppi e ci permetterà di apprezzare la recitazione e lo stile grafico che molto prende dal già citato Until Dawn, anche a livello di espressioni facciali dei personaggi e di stile narrativo. La distinzione tra protagonisti e comprimari è però in questo senso molto netta; alcuni modelli poligonali infatti saranno decisamente più dettagliati di altri che sembreranno quasi grezzi e buttati lì per caso.

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
8/10
CONDIVIDI
Articolo precedenteDreams torna ai The Game Awards con un nuovo trailer
Prossimo articoloData di uscita e nuovo trailer per A Way Out
Stefano Bongiorno
Nato e cresciuto in cattività, il giovane Stefano è stato svezzato a latte in polvere e Nintendo, cosa che lo ha portato con gli anni a dover frequentare numerosi gruppi di recupero e svariati osteopati a causa delle deformazioni alle mani causati dall'uso di pad rettangolari. Oggi Stefano ha 26 anni e scrive per il Bit, non perchè abbia una scelta, ma perchè se no il boss Dario lo fustiga con le copie invendute di Digimon All Stars Rumble. Nel tempo libero si dedica occasionalmente al suo lavoro di commesso di telefonia e soprattutto alla caccia ai trofei di Platino, con scarsi risultati.