Sviluppatore: Milestone Publisher: Milestone Piattaforma: PS4 Genere: Corse Giocatori: 1-2 (Online: 2-12) PEGI: 3 Prezzo: 69,99 €

Il semaforo è verde e i motori sono caldi, la tensione è palpabile, le moto sfrecciano ad alta velocità. Coroniamo il sogno di diventare campioni del motomondiale grazie all’eccellente simulatore di guida che è MotoGP 17!

Dopo Valentino Rossi – The Game (di cui vi proponiamo la perfetta recensione del nostro Gennaro), la casa produttrice nostrana Milestone ci propone il suo settimo titolo dedicato al motomondiale, MotoGP 17. Con gare motociclistiche competitive, l’adrenalina alle stelle e la forte sensazione di velocità, il gioco ufficiale della MotoGP di quest’anno si presenta estremamente gradevole e migliorato rispetto ai titoli degli scorsi anni.

Tutti in piedi sul divano!

In MotoGP 17 le meccaniche di gioco sono intuitive, ma non per questo basilari. Bisognerà ovviamente accelerare e frenare, tuttavia avremo la possibilità di gestire con i tasti direzionali su e giù il controllo trazione della moto, utile per aiutarci nelle curve e nei rettilinei, per non parlare della postura del pilota, che alta o bassa che sia influirà anch’essa sull’aerodinamica.

La ciliegina sulla torta è la fisica del gioco, impressionante a dir poco, nonché diversa per ogni tipo di moto, che viene ulteriormente aiutata ad aumentare il realismo da un controllo preciso dei mezzi. La fisica sarà addirittura regolabile in tre diversi modi, in corrispondenza al proprio stile di guida. Potrà essere Standard, ovvero più adatta ai giocatori inesperti, in cui saranno attivabili anche gli aiuti alla guida, quali il freno automatico, i freni congiunti (quindi poter gestire facilmente i freni anteriori e posteriori) e lo sterzo assistito, mentre in modalità Semi-Pro e Pro gli aiuti saranno disabilitati, facendo così reagire la moto in modo quanto più simile alla realtà.

Get ready for the next lap

In MotoGP 17 avremo a disposizione quattro modalità di gioco: Modalità Veloci, che consiste in una partita singola o cronometrata; Carriera Pilota, dove creeremo un pilota personalizzato per correre nelle diverse categorie; Carriera Manageriale, in cui guideremo sia il nostro pilota che la nostra scuderia; l’Online, il gioco in rete che collega dai 2 ai 12 giocatori. I campionati disponibili sono il Red Bull MotoGP Rookies Cup, Moto 3, Moto 2 e la MotoGP, e il nostro scopo sarà quello di scalarle tutte.

Approfondiamo però la modalità più interessante, ossia la Carriera Manageriale, che è una modalità “pilota” ancor più completa, in cui vivremo il doppio ruolo di pilota e team manager. In questa modalità gestiremo la nostra personalissima scuderia, correremo per garantirci quante più entrate economiche possibili per migliorare il nostro team e la nostra moto, e guadagneremo anche i punti reputazione, essenziali per poter essere soggetto d’interesse per le scuderie di categorie superiori alla nostra. Questa modalità, così come accadeva anche in Valentino Rossi – The Game, offre ai giocatori la possibilità di creare il proprio pilota e cominciare la propria carriera.

Una piccola chicca sta nel gestire anche le attività fuori dalla pista, infatti in alcuni giorni liberi del nostro personalissimo calendario, ci verrà richiesto di partecipare a determinati eventi, quali gli spot televisivi, sessioni di autografi, partecipare ad uno show televisivo oppure rispondere alle domande dei fan sui social network, tutte attività che ci garantiranno ulteriori bonus di crediti o di reputazione.

Cominceremo con la creazione dell’avatar, e lo potremo personalizzare sia nello stile di guida che nella sua estetica: il gioco ci proporrà infatti di modificare il nostro pilota scegliendo il numero preferito e addirittura il casco, i guanti e gli stivali tra una ventina di scelte disponibili per ognuno. Oltre al pilota, avremo accesso alla completa personalizzazione estetica e meccanica della moto. Potremo cambiare i colori, lo sponsor (che a seconda della scelta ci garantirà una determinata entrata economica) e addirittura la livrea, e grazie al reparto di ricerca e sviluppo potremo potenziare la nostra moto. Durante il campionato, ci sarà addirittura permesso scegliere il nostro compagno di scuderia, e lo ingaggeremo in base al costo e alle sue statistiche, che miglioreranno gara dopo gara.

Rimuovendo gli aiuti alla guida, quali i già citati freni assistiti insieme alla traiettoria ideale, il cambio, gli aiuti fuoripista e il rewind (che permetterà al giocatore di tornare indietro nel tempo e migliorare determinate azioni), avremo una maggiore percentuale di guadagno di punti reputazione. Inoltre ad aumentare la nostra percentuale di punti reputazione percepibili ci sarà anche la scelta della lunghezza della gara (dal 15% al 100%) oltre alla possibilità di affrontare le qualifiche prima della gara oppure il weekend completo. Più ardua sarà la gara, minore sarà il tempo necessario per salire alla categoria regina!

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
8/10
CONDIVIDI
Articolo precedentePlayStation Plus di luglio 2017, rivelati i giochi gratuiti in Giappone
Prossimo articoloSvelato il gameplay di Project Rap Rabbit
Andrea vive in una casupola malandata situata sotto un ponte, dentro un cartone in una cittadina di gangster, e sin dalla sua nascita ha sempre avuto un sogno e una passione, entrambi fortunatamente realizzati: mangiare videogiochi e recensire mozzarelle.

2 COMMENTI

Comments are closed.