Sviluppatore: One More Level, Frozen District Publisher: Teyon Piattaforma: PS4 Genere: Action RPG Giocatori: 1-4 PEGI: 12 Prezzo: 13,99 €

Cosa c’è, nella cultura fantasy di ogni persona, di più famoso e amato degli stregoni? Beh, un paio di cose, forse, ci sono, ma a me piace un sacco la figura del mago, dell’incantatore o più nello specifico dello stregone, del Warlock, per usare il ricercato termine anglofono. I ragazzi di One More Level evidentemente la pensano come me, visto che hanno deciso di incentrare tutto il loro gioco su questa mitica figura. E con chi dovrebbero mai sfidarsi gli stregoni, sempre prendendo ispirazione dalla cultura di massa? Ovviamente con il male, o più nello specifico, con le ombre. Direi di aver sfoggiato abbastanza la mia cultura (spiccia?) da Dungeons & Dragons e che sia arrivato il momento di parlare del gioco in sé e per sé.

Il mondo sta diventando un posto buio e pieno di terrori

Il bellissimo e magico mondo in cui si svolgono le vicende del gioco è minacciato. Un misterioso meteorite sta per distruggerlo, ma non uno di quelli normali, bensì uno pieno di male, di oscurità e appunto di ombre, pronte a divorare e a distruggere il nostro mondo. Quando ogni speranza sembra ormai perduta, a prendere le redini della situazione sono proprio gli stregoni più potenti del mondo (in totale 11, ciascuno dotato di proprie peculiarità) che, facendo ognuno la propria parte e mettendo a disposizione i loro incredibili poteri, cercheranno in tutti i modi di salvare il mondo dall’estinzione di massa.

La trama di certo non è delle più ispirate, ma vi assicuro che è del tutto funzionale al gioco, non lasciando molto spazio né alla libera interpretazione di essa né alla scoperta di segreti. Non aspettatevi quindi una narrativa sopraffina o ispirata da questo titolo che, in modo assoluto, fa del gameplay il suo punto di forza, non disdegnando però in alcuni brevi momenti dei dialoghi con NPC importanti, in alcune parti della storia.

L’unione fa la forza, e ve ne servirà!

Il gioco è essenzialmente un brawler con forti connotazioni tipiche dei giochi di ruolo; dovremo allora gestire un mix di violenza e strategia, raccogliere oggetti, creare un set personale di attacchi e poteri speciali e trionfrea in ogni battaglia. Questo si traduce in due aspetti: il primo è che il nostro compito sarà quello di proseguire orizzontalmente nel mondo, affrontando orde di nemici per far sì che il nostro livello salga, in modo tale da permetterci di potenziare le abilità dei nostri eroi.

I problemi, purtroppo, iniziano qui. Infatti gli sviluppatori, per aumentare la longevità e la difficoltà del titolo, hanno strutturato ogni livello in orde di nemici da affrontare. Ogni orda sarà più aggressiva, lunga da completare e difficile da abbattere della precedente. Diventa dunque snervante la situazione (classica) in cui vi troverete dove, magari all’ultimo momento, verrete uccisi e dovrete ricominciare la sezione del livello da zero. La musica cambia quando uno o più  amici saranno con noi. Infatti il gioco presenta una modalità per quattro giocatori in locale, cosa rara e gradita di questi tempi fatti di ricerche in rete per quanto riguarda i compagni di avventura (anche se, accidenti, nel 2018 una cosa non dovrebbe escludere l’altra NdD). Giocato in compagnia il gioco magicamente si tramuta, diventando un’esperienza ludica veramente divertente e di qualità. Eventualmente potrete anche dare avvio alla modalità Deathmatch in cui a essere protagonista sarà sempre il multiplayer da divano, ma stavolta con dinamiche competitive e non cooperative.