Sviluppatore: MachineGames Publisher: Bethesda Softworks Piattaforma: PS4 Genere: Sparatutto Giocatori: 1 PEGI: 18 Prezzo: 9,99 €

Dopo l’incredibile Wolfenstein II: The New Colossus, MachineGames ha deciso di sviluppare una serie di DLC slegati dalla storia personale di Blazkowicz, ma ambientati nello stesso periodo storico dell’avventura principale. Oggi parliamo dell’episodio dedicato a Pistolero Joe, primo dei tre inclusi nel season pass intitolato Cronache della Libertà. Dopo l’esperienza straordinaria della campagna principale, riuscirà Joe a conquistarci come ha già fatto Blazko?

Catturato

Joseph Stallion è quarterback americano di colore che, con l’arrivo dei nazisti, diventa uno schiavo del Reich. Davanti alla possibilità di prendere parte all’Uberbowl, invece che rimanere nelle miniere di carbone, Joe decide subito di accettare ma le cose non vanno come si aspettava; la competizione è infatti una farsa, costruita solo per permettere agli atleti nazisti di maltrattare gli avversari. Il nostro protagonista non ci sta e, grazie alla sua incredibile prestanza fisica, si oppone all’ingiustizia riuscendo a sfuggire alla sua prigionia. Così facendo, però, Joe scatena l’ira di Roderick Metze, un dentista che ha scalato i ranghi del regime nazista, diventando ubercommander.

Basandosi su questa breve ma interessante introduzione, il primo episodio di Cronache della Libertà parte fortissimo, spinto dallo splendido gameplay che già ci aveva fatto innamorare di Wolfenstein II. La verità però è che le ottime premesse vengono mantenute solo parzialmente nel corso dell’avventura.

Parlando esclusivamente del lato narrativo, abbiamo ritrovato una storia troppo debole, con personaggi potenzialmente carismatici ma trattati con un’insolita superficialità, vista la cura riposta nell’approfondimento dei personaggi dell’avventura principale. Anche la storia vera e propria, a eccezione di qualche momento dedicato al passato di Joe, è quasi un pretesto per farci sterminare orde di nazisti (non che ci dispiaccia) e non riesce mai a coinvolgere ed emozionare il giocatore. Le cutscene in stile fumetto risultano molto piacevoli da guardare, ma sono forse presenti in numero troppo esiguo per riuscire a sostituire gli ottimi intermezzi, visti invece nell’avventura principale.

Tirando le somme, almeno dal punto di vista narrativo, questo primo DLC ci ha lasciato un po’ interdetti, soddisfatti dalle tante buone idee edel lo stile inconfondibile di questa produzione, ma allo stesso tempo delusi per la superficialità con la quale il tutto è stato trattato. Inoltre, la storia di Pistolero Joe non aggiunge praticamente nulla alla trama della campagna principale, per cui se state cercando un approfondimento o qualcosa che gli si avvicini in fatto di qualità narrativa, questo contenuto aggiuntivo potrebbe deludervi.

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
7/10
CONDIVIDI
Articolo precedentePreparatevi a sopravvivere nello spazio con Simmetry per PlayStation 4
Prossimo articoloBiomutant: THQ pubblica un nuovo trailer di gameplay
Gennaro Favatà
Detto anche "Giovanni", dagli amici di Ubisoft. Newser, inviato, grafico e se sei fortunato lo trovi anche sul forum di PlayStation Bit. Ama alla follia fumetti, cartoni animati, videogiochi e quanto di più colorato e non-sense ci sia, non disdegnando però generi più dark come l'horror e il noir. Inoltre, come ogni eroe che si rispetti, sa trattenere il fiato per 10 minuti.