Publisher: Activision Developer: Bungie
Piattaforma: PS3, PS4 Genere: Sparatutto Release Date: 9 Settembre 2014

Fino a qualche anno fa non avremmo mai associato Bungie a PlayStation 4, eppure, insieme al passaggio di generazione, i ragazzi che hanno creato Halo stavano già sviluppando Destiny, sparatutto in prima persona incentrato sul multiplayer online che uscirà su console vecchie e nuove. In questi giorni abbiamo avuto la possibilità di provare la beta del gioco e dirvi le nostre opinioni. A quanto successo è destinato questo nuovo titolo?

destiny_005

Un FPS stellare

Nonostante si tratti di un gioco completamente nuovo, in Destiny si vedono molte somiglianze con Halo. Torna, in primis, l’ambientazione spaziale, questa volta resa libera dalla natura quasi da gioco di ruolo del titolo. In Destiny, infatti, non avremo un alter ego predefinito, ma creeremo il nostro personaggio per poi farlo salire di livello ed equipaggiarlo con armi, armature e abilità sbloccate giocando. Con la nostra navicella spaziale potremo vagare tra pianeti e satelliti e atterrare nelle zone più calde, proprio come si fa con molti MMORPG, o similmente a quanto visto in Warframe. Tuttavia, Destiny non è solo questo: insieme all’immenso universo da esplorare e affrontare insieme ad altri giocatori, in missioni libere o strutturate esclusivamente per la coop, simili a dungeon, saranno infatti presenti anche le classiche modalità multiplayer degli sparatutto in prima persona. Di queste ultime, purtroppo, ancora ci preoccupa un po’ il bilanciamento: il gioco trova automaticamente avversari attorno allo stesso livello per il matchmaking, ma anche un livello in più fa la differenza, e certo la fanno tutti i pezzi di equipaggiamento.

Destiny_008

Battaglie epiche

La prima cosa che salta all’occhio vedendo Destiny, o provando la beta, è la spettacolarità dei combattimenti: parliamo sia delle classiche sparatorie che di quelli che vanno a finire con l’utilizzo dei poteri speciali da parte dei personaggi. Nella creazione del personaggio si può scegliere tra tre classi: il Cacciatore, specializzato nella furtività, nella velocità e nel lancio di coltelli; il Titano, corazzato e capace di infliggere grandi danni; e lo Stregone, dotato di una particolare magia spaziale. Ogni classe possiede attacchi corpo a corpo e attacchi “Super” differenti, e questo concorre alla spettacolarità delle battaglie che coinvolgono tanti giocatori.
I conflitti non sono solo ottimi da vedere: anche in prima persona il giocatore è completamente coinvolto nello scontro e portato a sperimentare tutte le tattiche e azioni possibili, specie se si trova in compagnia di alleati. I comandi azzeccati e la fluidità di ogni cosa all’interno del gioco lo rendono un titolo divertente e a tratti frenetico, ma non troppo. Lo stesso vale per il multiplayer PvP, dove le partite divertono nella buona e nella cattiva sorte ed è richiesto un minimo di gioco di squadra, oltre che a buona mira e riflessi, per ottenere la vittoria.

Gli artwork ci hanno fatto da subito pensare ad una grande atmosfera
Gli artwork ci hanno fatto da subito pensare ad una grande atmosfera