Dragon Ball Z: Battle of Z: parliamone!

Dragon Ball Z: Battle of Z: parliamone!

Come molti di voi avranno sicuramente notato, ieri Namco Bandai ha annunciato il suo nuovo titolo annuale dedicato alla celebre serie di Akira Toriyama: Dragon Ball Z: Battle of Z, titolo alquanto curioso e che porta subito alla mente il nome dell’ultimo OAV, uscito appena a Marzo, “Dragon Ball Z: Battle of Gods”, da cui appunto prende dei personaggi, tra cui il nuovissimo Goku Super Saiyan God:

2953448-super+saiyan+god+(3)
Ecco l’ultima trasformazione di Goku

Parliamo quindi del gioco, il cui trailer può essere visto in fondo a questa pagina; dalle prime immagini e comunicazioni ufficiali si può parlare di un titolo che sarà a metà tra lo Zenkai, celebre titolo Arcade mai uscito dal Giappone, e il vecchissimo Dragon Ball Z: Legends uscito nel lontano 1996 su PSOne e Sega Saturn. Battle of Z comprenderà battaglie 4 contro 4 (anche online, perciò a 8 giocatori) in mappe che, da quel che si è capito, saranno a dir poco enormi (come mostrato anche nella prima parte del trailer, si potrà volare a velocità spropositata all’interno di esse). Veniamo quindi a queste battaglie con così tanti combattenti su schermo; a cosa ci porteranno? Di solito abbiamo visto soltanto 1 contro 1, o al massimo 2 contro 2 nel capitolo per PSP Dragon Ball Z: Tenkaichi Tag Team, in cui già l’esperimento era per metà riuscito. Questa nuova struttura dei combattimenti porterà all’avvento di nuove combo, da eseguire in sincronia o in alternanza con i propri compagni. Una bella novità è anche quella di poter riportare in vita i compagni caduti tramite la funzione Revive Soul o un sistema Meteor che da come descritto può ricordare molto quello già visto in un altro titolo PSOne: Dragon Ball Final Bout.
Ma quali sono le nostre preoccupazioni riguardanti questo titolo? Dopo il flop colossale dovuto a Dragon Ball Z: Ultimate Tenkaichi, speriamo che Namco Bandai abbia imparato dai propri errori e che sia pronta a rimediare del tutto. Già dal trailer, però, arrivano le prime bastonate per i fan: in alcune immagini si vedono in contemporanea personaggi che non dovrebbero mai incontrarsi nella storia, ma ciò è palesemente dovuto alla struttura 4 contro 4 dei combattimenti, che perciò porterà ad alcuni stravolgimenti della trama. Passiamo quindi all’aspetto puramente estetico: se le ambientazioni sono finalmente fedeli e ben illuminate, lo stesso potrebbe non valere per i personaggi. La cura dei dettagli è buona e il feeling è molto positivo grazie alla realizzazione dei colori, ma già si nota un basso livello di dettaglio a livello complessivo; speriamo ovviamente che ciò sia dovuto all’elevato numero di personaggi e all’ampiezza delle mappe e degli effetti presenti su schermo; in tal caso, non ci lamenteremmo assolutamente di qualche modello un po’ troppo squadrato.

I colori più scuri del solito danno un aspetto più maturo al titolo
I colori più scuri del solito danno un aspetto più maturo al titolo

Restando in tema, il numero dei personaggi non è stato ancora confermato, ma dal trailer possiamo già vedere la presenza di molti individui di minore importanza, come i Saibaim o i soldati di Freezer; bisogna tuttavia ancora vedere se tali personaggi saranno anche giocabili online o soltanto presenti come nemici minori nella modalità storia. Per poter dire di più dobbiamo perciò attendere il prossimo trailer del gioco, ma speriamo con fiducia che Battle of Z non ci deluderà come ha fatto il precedente capitolo. Ebbene, per oggi questo è tutto, qui sotto trovate il trailer relativo al gioco. Restate su Playstation Bit per avere altre informazioni!

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=AyK1_rEWBII&w=560&h=315]