“Anno nuovo, campionato nuovo… Ed ovviamente nuova edizione per i titoli calcistici che da anni si danno battaglia su console caro Gennaro. Nel 2016 hai provato a darmi ascolto, chissà se però ingolosirti con Pro Evolution Soccer è stato saggio, visto che è stata una delle migliori edizioni del calcio Konami mai prodotte… Per farti definitivamente cambiare idea ci vorrebbe un PES 2017 che sia in grado di superare il suo predecessore in tutto, impresa che i ragazzi di Konami sembrano aver preso molto sul serio…”

Ode al Calcio

Sicuramente è lo sport più bello del mondo, almeno per i milioni di italiani che ogni anno spendono il weekend e a volte anche giornate infrasettimanali per seguire il calcio. Il gioco del pallone è sempre in grado di regalarci emozioni, sia esso nazionale, con la Serie A sempre aperta a colpi di scena, straniero, dato che anche Premier e Liga non scherzano, o addirittura Europeo, con una Champions League mai così combattuta.

pro evolution soccer barcellona 12

Proprio per rispecchiare al meglio le emozioni e la dinamicità del calcio Pro Evolution Soccer non poteva sedersi sugli allori dopo lo splendido lavoro fatto lo scorso anno, ed ecco quindi che l’edizione del 2017 torna non certo stravolta ma sicuramente rinnovata in molti aspetti, primo su tutti le licenze.

Sarà pur vero che FIFA possiede ancora la maggior parte dei diritti (anche se quest’anno ha dovuto incassare il 2 di picche della Serie A), ma le competizioni europee più belle del mondo, ossia Champions ed Europa League, restano ancora una volta appannaggio esclusivo di Konami, che sfrutta al meglio le due coppe ed aggiunge anche le licenze ufficiali di alcune squadre come Barcellona, Liverpool e Borussia Dortmund, i cui giocatori fanno impressione per quanto rassomigliano a quelli veri. Ovviamente però il calcio non è solo apparenza, ci vuole sostanza, dunque vediamo come è stata rivisitato il cuore del gioco.

Precisione Svizzera

Siete stufi di insultare l’IA perchè il giocatore si gira sempre nello stesso modo, rendendo l’anticipo da parte dell’avversario quasi una certezza? Bene, perché anche Konami sembra pensarla come voi, tanto da creare per PES 2017 il sistema Real Touch, che permetterà di decidere da che parte il giocatore eseguirà il primo tocco del pallone, un’arma letale una volta che la padroneggerete.

pro evolution soccer barcellona 10

Se poi volete diventare davvero imbattibili vi sarà sufficiente utilizzare il Precise Pass, meccanica che permetterà di lanciare la sfera in spazi millimetrici per mettere fuori causa la difesa e tentare di mettere la palla in rete, alle spalle del portiere di turno.

Già, i portieri, mai tanto forti come in questo PES, con un’Intelligenza Artificiale ancor più affinata dall’esperienza che li spingerà a tuffarsi su ogni pallone, spazzare l’area di pugno sui cross e lanciarsi disperati per fermare gli attaccanti lanciati a rete. Tutto questo ovviamente sotto l’occhio vigile degli arbitri, anch’essi con un’IA riveduta e corretta ed una nuova serie di animazioni che li renderanno indistinguibili da quelli reali.

Talenti da tutto il mondo

Nella demo offerta in pasto agli affamati utenti di PlayStation 4, Konami ha voluto inserire la bellezza di 8 squadre, tra cui spiccano il Barcellona sempre imbottito di talenti graficamente impeccabili (i tatuaggi di Neymar e i dentoni di Suarez sono impressionanti), l’Atletico Madrid ancora orfano di una Champions che sfugge sempre all’ultimo e ben 4 team sudamericani.

Se FIFA infatti possiede ancora i diritti dei campionati europei, quelli del Sud America sono ancora una volta di Pro Evolution Soccer: ecco quindi River Plate, Boca Juniors, Corinthians, Flamengo e chi più ne ha più ne metta, senza dimenticare l’Asia (in cui militano Pellè e tanti altri talenti) i cui team verranno inseriti nella versione definitiva del gioco, in arrivo il prossimo 15 Settembre.

pro evolution soccer 2017 001

Tra le modalità non mancheranno ovviamente l’apprezzatissimo MyClub, il celeberrimo Campionato Master nonchè Diventa un Mito, che ci trasformerà nel calciatore perfetto. Tutto questo verrà presentato con un menu completamente rivisitato, sia per quello che riguarda le selezioni di modalità ed altro, sia per quanto concerne la preparazione dello schema di gioco, con una lavagna arricchita dai volti dei giocatori e la possibilità tutta nuova di creare tattiche rapide da selezionare in-game utilizzando il tasto L2 per rendere la manovra imprevedibile e spiazzare l’avversario.

P.S. – Per Gennaro

“Bene, caro Gennaro, l’anno scorso l’hai provato e ti sei gustato Pro Evolution Soccer 2016, ma sappi che quest’anno Konami ha preparato tante sorprese. Io te ne ho dette solo alcune, sta a te provare la demo disponibile sul PlayStation Store e capire perché ancora una volta il miglior simulatore di calcio è proprio PES.”

pro evolution soccer barcellona 6

4 COMMENTI

Comments are closed.