Se dopo gli ultimi avvenimenti vi è passato per la testa di poter assistere a una lenta morte del pay-to-win nei giochi, beh, ci siete andati molto lontani.

Blake Jorgensen di EA ha voluto sottolineare che in FIFA Ultimate Team le microtransazioni sono amatissime dai videogiocatori. Circa il 35% degli utenti che ha provato FUT ha anche utilizzato moneta reale nel gioco, mentre i restanti non hanno speso assolutamente nulla di più del prezzo d’acquisto del titolo; un dato molto positivo per gli sviluppatori visto che qualche anno fa questa percentuale era non più alta del 5% e riguardava quasi sempre titoli free-to-play.

La ragione di tutto ciò potrebbe essere l’attitudine ad avere molti meno titoli e a concentrarsi soltanto su uno in particolare. Nel caso specifico, FIFA Ultimate Team è un’esperienza che può tenere impegnato il videogiocatore per moltissimi mesi, ragion per cui, non spendendo denaro per altri giochi, l’utente preferisce investire e ricavare il divertimento più lungo possibile da un solo titolo.