Un nuovo screenshot di Dragon Ball FighterZ, che alleghiamo in calce, conferma la meccanica delle loot box anche nel picchiaduro targato Arc System Works. Fortunatamente queste casse bottino, dalla forma delle Capsule Hoi Poi (chiamate Capsule Z), non conterranno in alcun modo contenuti essenziali per giocare, si tratta infatti di oggetti quali consumabili o avatar per la lobby.

Queste capsule possono essere acquistate tramite Zeni (valuta di gioco, cumulabili dopo aver concluso una battaglia) o tramite Monete Premium Z. Per fortuna non è come sembra, i giocatori potranno accumulare queste ultime solo grazie al cambio di oggetti doppioni nelle loot box, senza dover spendere soldi veri. Finora non vi è alcun accenno alle microtransazioni con denaro reale, tuttavia la cosa non sarebbe da escludere, in quanto Bandai Namco potrebbe implementare questa funzione in futuro.

Ricordiamo che Dragon Ball FighterZ uscirà in Italia il 25 gennaio su PlayStation 4 e Xbox One, mentre arriverà per PC e in formato digitale il giorno seguente.