Sviluppatore: Axol Studios Publisher: Ratalaika Games Piattaforma: PS4 (disponibile anche per PS Vita) Genere: Azione Giocatori: 1 PEGI: 7 Prezzo: 2,99 €

Certe volte, ogni tanto, dovremmo ricordarci di come erano i giochi molti, molti anni fa, per apprezzare pienamente come sono diventati adesso, nel bene e nel male. E’ con questo pensiero che si dovrebbe giocare a titoli come Blasting Agent, titolo della software house indipendente Axol Studios.

Blasting Agent è uno sparatutto platform alla vecchia maniera, che sprizza retrò e anni Ottanta da ogni pixel su schermo, con tutti i pregi e difetti che questo comporta. Il gioco infatti è pensato sicuramente per fare appeal su chi ama quel periodo del mondo videoludico sotto ogni punto di vista, dalla grafica al sonoro, dal level design alle meccaniche, ma che cerca di farsi apprezzare anche da un pubblico certamente meno vicino all’età di chi ha appunto vissuto in quel decennio – non ce ne vogliano.

Senza bisogno di parole

Potrei parlarvi della narrazione del titolo, arrivati a questo punto ma… semplicemente non c’è nulla da dire. Questo è uno di quei classici giochi che non ha bisogno di giri di parole o di elementi narrativi raffinati e ricercati per raccontarsi; verremo infatti buttati subito nella mischia, nella nostra missione di sconfiggere l’organizzazione malvagia di turno per salvare il mondo. Noi siamo il Blasting Agent, l’Eroe con la “e” maiuscola, e dovremo fermare il Black Hand of Fate, un gruppo terroristico che ha costruito una base segreta in un vulcano e ha formato un esercito di soldati e di mostri per conquistare il mondo.

Graficamente old school

Come già accennato prima, Blasting Agent è un titolo volutamente retrò in tutto, grafica compresa. Infatti si presenta in tutto e per tutto come un gioco in 8 bit, ovvero con pixel marcati e ben in vista. Mai come in questo caso qualsiasi elemento di gioco, dai menù al gioco stesso nella sua interezza, non è altro che insiemi di pixel. Di certo la cosa non ci dispiace, considerando la natura del gioco, e se siete amanti di questo genere di cose lo adorerete sicuramente. La grafica quindi non è di certo miracolosa, fa semplicemente il suo dovere, anche se tutti quei pixel in bella vista potrebbero diventare un po’ fastidiosi alla vista, almeno per i più sensibili come il sottoscritto.

Gameplay per tutti… o quasi

Il gameplay è sicuramente una delle cose più importanti per un gioco del genere, e Blasting Agent di certo non manca all’appello. Che dire? Saltare e sparare (dandosi alle arti marziali) sono le colonne portanti di questo gioco e, per estensione, di questo genere – anche contro i boss. Il titolo fa il suo dovere su questo punto di vista, risultando divertente per tutti. Il livello di sfida non è di certo eclatante, neanche nella modalità difficile, cosa che farà storcere di certo il naso a chi cerca un’avventura che  faccia sudare almeno come quelle a cui Blasting Agent si ispira. Ad agevolarci ci saranno infatti potenziamenti e aggiornamenti via via ottenibili.

Anche dal punto di vista della longevità il gioco è in linea rispetto a quello che costa. Il titolo conta “solamente” sei livelli in totale, cosa che lo fa risultare molto breve, anche se potremo sbloccare la modalità difficile e quella Boss Rush. Diciamo che si sarebbe potuto osare un po’ di più, sia dal punto di vista del gameplay che da quello della longevità, ma parliamo comunque di un gioco che non cerca neanche per un momento di nascondere la sua natura di indie in tutto e per tutto, anche nel prezzo.

1 COMMENTO

Comments are closed.