Sviluppatore: Rising Star Games Publisher: Tamsoft Piattaforma: PS Vita Genere: Azione Giocatori: 1 PEGI: 16 Prezzo: 29,99 €

Neanche a farlo apposta poco dopo l’uscita della nuova pellicola cinematografica dedicata al brand dei Transformers, noi della redazione ci siamo trovati tra le mani questo titolo. Ma cos’è questo Drive Girls? Ispezionando i meandri più oscuri di internet si poteva vedere come, almeno apparentemente, il gioco sembrasse un semplice racing game con procaci ragazze, più o meno dotate, che inondavano tutto del fan service più classico. Una volta accesa la console però, anche abbastanza sorprendentemente, il gioco si è rivelato tutt’altro.

Immaginatevi la base, molto approssimativa, dell’ultimo capitolo di Senran Kagura e unite a questo l’abilità di trasformarsi in autovetture delle nostre giovani protagoniste. Et voilà, Drive Girls. Questa volta i ragazzi di Rising Star Games hanno fatto, come direbbe lo chef Bruno Barbieri, un vero “mappazzone” di generi. Tra le mani abbiamo infatti un titolo che è sia un racing game che un action-RPG, il tutto impanato con dell’ottimo fan service che non guasta mai. Ma non divulghiamoci in inutili considerazioni e addentriamoci subito nel mondo di Sun Island!

Donne e motori, gioia e dolori

Il titolo con cui ho voluto battezzare questo primo paragrafo è, senza dubbio, quanto di più azzeccato si poteva trovare. Non fraintendete, però, perché il gioco per alcuni versi si è dimostrato divertente e perfettamente compatibile con l’ecosistema portatile di PlayStation Vita, nonostante alcuni aspetti facciano veramente acqua da tutte le parti. Primo fra tutti il setting della storia.

Questa apparirà fin da subito un mero pretesto per poter contestualizzare le missioni che ci verranno proposte. Inizialmente vestiremo i panni della giovane e ingenua Lancier che, paladina dell’innocenza e della non violenza, vorrà combattere le minacce senza l’uso di armi. Purtroppo la ragazza si dovrà scontrare con la dura realtà ed entrerà a far parte di un gruppo dedito alla protezione di Sun Island, luogo in cui si svolgerà l’intera avventura, da alcune creature denominate Bug.

La campagna principale si dividerà in capitoli, che si divideranno a loro volta nelle singole missioni giocabili. Queste, che alterneranno missioni di guida ad altre più action, verranno contestualizzate con alcuni minuti di dialogo che ci faranno chiarezza sulla situazione che dovremmo risolvere. Il cast di ragazze andrà via via a infoltirsi, e ognuna avrà, fortunatamente, delle abilità uniche e uno stile di combattimento personale. Dico fortunatamente perché purtroppo il titolo soffre di una pesante ripetitività delle missioni che la varietà dei personaggi selezionabili, anche durante la campagna, riesce a tamponare solo parzialmente.

Le missioni di guida si completeranno con la semplice vittoria di una gara su un circuito ad hoc, comprendente nemici, power-up e ostacoli da evitare. Per quanto riguarda le missioni che richiederanno il combattimento, la questione cambia nettamente. Sostanzialmente dovremo fare piazza pulita di tutti i nemici che si pareranno davanti, fino ad arrivare al boss del livello, che è quello che sostanzialmente crea i singoli nemici. Le missioni saranno per la maggior parte così, anche se un ulteriore problema si aggiungerà con il proseguo della storia, ovvero l’eccessiva difficoltà. Infatti, dopo le prime missioni, la difficoltà si impennerà vertiginosamente, non tanto per il maggior numero di nemici, ma per l’elevato danno che questi infliggeranno. Per questo dovremmo passare molto tempo a grindare e livellare l’equipaggiamento, entrando così in contatto con l’importantissima componente RPG del gioco.

1
2
3
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
6/10
CONDIVIDI
Articolo precedenteDreadnought: al via l’open beta
Prossimo articoloSyberia 3 si aggiorna con una nuova patch e il doppiaggio in spagnolo
Ivan tra studio e basket riesce a ritagliarsi il suo angolo della giornata per immergersi nel magico mondo dei videogiochi. Gioca un po' di tutto ma i generi preferiti sono: gli shooter (TPS e FPS) e gli action (in particolar modo quelli con una forte componente stealth). Se gli date un controller... sogna!