Home Mobile It’s Spring Again – Recensione

It’s Spring Again – Recensione

0
61

Se ci trovassimo all’estero e avessimo dei figli giovanissimi, probabilmente il solo nominare il titolo del gioco che stiamo per andare ad analizzare li farebbe letteralmente andare in brodo di giuggiole. It’s Spring Again è, infatti, prima di tutto, un famosissimo spettacolo per bambini.

Carini e coccolosi

Non sono sicuramente rari i casi in cui un format di successo viene trasformato in un videogioco per sfruttare le schiere di fan pronti a spendere i loro soldi in trasposizioni delle opere che più amano.

Il caso di It’s Spring Again, in questo senso, è un po’ diverso da quanto siamo abituati a vedere; come detto, infatti, il titolo si ispira a un noto spettacolo di burattini educativo dedicato ai bambini tra i 2 ed i 5 anni, che spiega in maniera semplice e divertente l’alternarsi delle stagioni.

La voce narrante, che sarà anche quella presente nel gioco, è quella della meravigliosa attrice e musicista Ekaterina Efremova, che vive in Russia, a Murmanks nello specifico, e si esibisce per bambini e adulti nei teatri dei burattini, cantando canzoni mentre suona la chitarra e altri strumenti.

L’opera di Baba Yaga Games è a tutti gli effetti la trasposizione di questo spettacolo che ha però il grande vantaggio di permettere ai giovani di interagire direttamente con quanto avviene a schermo per un maggiore coinvolgimento.

Primavera, di nuovo

Se il vostro sguardo ha incontrato, incuriosito, i disegni splendidamente realizzati del titolo, preparatevi a una prima delusione. Se avete infatti più di 5 anni, It’s Spring Again avrà decisamente poco da offrirvi in termini di gameplay.

Avviando il titolo verremo messi di fronte al menù che offre una scelta di linguaggio (sfortunatamente solo inglese e russo) e la possibilità di eseguire un autoplay dell’opera, possibilità che inizia ad alimentare i primi dubbi in merito alla longevità.

Scegliamo di giocare la campagna mantenendo la possibilità di interagire con lo scenario, il che ci permette di sfruttare il piccolo schermo di PlayStation Vita per spostare nuvole, far fiorire le piante e perfino far cadere la neve.

Man mano che proseguiremo ci accorgeremo, se avremo avuto l’accortezza di alzare a dovere il volume della console o di munirci di cuffie, che la splendida voce narrante ci darà consigli per proseguire con la storia, accompagnando ogni evento con nuove esaltanti musiche.

Tutto molto bello, se non fosse che passati 5 minuti la storia terminerà e noi verremo nuovamente catapultati alla prima stagione, la primavera, pronti a ricominciare da zero la storia.

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
5/10
Articolo precedenteMetal Gear Survive: nuovo trailer e beta in arrivo a gennaio
Prossimo articoloGTA Online: Il colpo dell’Apocalisse è disponibile [UPDATE]
Stefano Bongiorno
Nato e cresciuto in cattività, il giovane Stefano è stato svezzato a latte in polvere e Nintendo, cosa che lo ha portato con gli anni a dover frequentare numerosi gruppi di recupero e svariati osteopati a causa delle deformazioni alle mani causati dall'uso di pad rettangolari. Oggi Stefano ha 26 anni e scrive per il Bit, non perchè abbia una scelta, ma perchè se no il boss Dario lo fustiga con le copie invendute di Digimon All Stars Rumble. Nel tempo libero si dedica occasionalmente al suo lavoro di commesso di telefonia e soprattutto alla caccia ai trofei di Platino, con scarsi risultati.