Sviluppatore: Nippon Ichi Software Publisher: NIS America Piattaforma: PS4 (disponibile anche per PS Vita) Genere: Horror Giocatori: 1 PEGI: 16 Prezzo: 29,99 €

Scream and… run

Forte di una visuale che spazia fra quella isometrica e quella a due dimensioni, il gioco ci metterà nelle condizioni di attuare strategie assimilabili ai giochi stealth. Camminare in punta di piedi, spegnere la torcia all’occasione, distrarre il nemico, scappare. Effettivamente questo ultimo comando sarà il più prezioso: scappare, dal momento che non avremo alcuna vera arma e potremo solo sperare che il nemico all’inseguimento si stanchi. Nella maggior parte dei casi essi smetteranno di inseguirvi, sparendo senza più ricomparire, un dettaglio che potrebbe rivelarsi un difetto per un gioco che punta a tenere costantemente in uno stato d’ansia.

Esteticamente il gioco si lascia ammirare nella sua caratterizzazione fanciullesca. I colori caldi alternati al nero sembrano appena usciti dai pennarelli dell’astuccio di un bambino e le due piccole protagoniste sono disegnate con lineamenti morbidi.

Psycho silence

La musica è un mezzo potente per veicolare e suscitare emozioni, lo stesso può fare la sua totale assenza. Il silenzio grave e pesante che ci accompagna nel corso dell’avventura è utile a ricordarci che d’improvviso potrebbe essere interrotto dai lamenti di un nemico. Gli unici suoni veri e propri che potremo ascoltare saranno quelli della natura e quelli urbani, assieme ai battiti del cuore di Yui. Questo è un meccanismo interessante che si accompagna alla stamina nel gioco, utile a comprendere la vicinanza dei nemici; più il battito sarà accelerato più sapremo di dover scappare in fretta.

Mi sono avvicinata a questo titolo da non amante del genere, quello degli horror, ma con forte curiosità proprio per tale motivo. Il risultato è stato un gioco che mi ha tenuta sempre in ansia, con un paio di jumpscare, senza scadere mai nel ridicolo, al massimo in un senso di tediosa frustrazione dovuta all’impossibilità di raggiungere un determinato punto per la presenza di un mostro insormontabile. Una favola horror dai personaggi graziosi che saprà trasportarci fino alla fine, da provare rigorosamente con le cuffie.

Trofeisticamente parlando: l’incubo è finito

I trofei sono circa 30, 15 d’argento e 18 bronzei, tutti nascosti eccezion fatta per il Platino, e non impossibili da ottenere. Per raggiungere il tanto bramato trofeo basterà infatti proseguire e completare l’avventura, ponendo attenzione ai collezionabili e ad altre azioni secondarie, come le offerte concesse alle statue e persino tener conto di quante volte cadremo nel game over.

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto:
8/10
CONDIVIDI
Articolo precedenteAl via la beta del firmware 5.50 per PlayStation 4: ecco le novità introdotte
Prossimo articoloUNDER NIGHT IN-BIRTH Exe:Late[st], Enkidu si unisce alla battaglia
Cresciuta a pane e console Nintendo non ufficiali a partire dai tre anni, sale giochi, console portatili poi, abbraccia il mondo di mamma Sony dalla prima playstation e da lì non l'ha più abbandonata. Gdr, platform sono il suo campo. Laureanda in lettere storiche con la passione per la poesia e la storia.