Mr. Driller DrillLand – Recensione

Sviluppatore: Bandai Namco Entertainment Publisher: Bandai Namco Entertainment Piattaforma: PS4 (disponibile anche per PS5) Genere: Puzzle Giocatori: 1-2 PEGI: 3 Prezzo: 29,99 €

Per celebrare i vent’anni della serie Mr. Driller, il team di Bandai Namco porta anche su PlayStation la versione remastered del classico per GameCube Mr. Driller DrillLand. Abbiamo accesso la trivella e scavato per realizzare una recensione completa del gioco, cercando di non finire l’ossigeno, scoprendo così un vero e proprio tesoro.

Una miniera di timbri

La storia di Mr. Driller DrillLand è molto semplice e funzionale allo stile della saga di Yasuhito Nagaoka e Hideo Yoshizawa. Il protagonista, Susumu Hori e i suoi amici, vengono invitati nel divertente parco DrillLand da un misterioso benefattore. La promessa è quella di poter affrontare tante sfide di scavo in compagnia: i nostri eroi non sanno però che il male è in agguato.

Alcuni dialoghi a schermo doppiati in lingua originale, accompagnati da splendide illustrazioni, introducono i nostri scavatori nel parco divertimenti. Qui i giocatori potranno affrontare cinque diverse sfide, ognuna con le sue regole specifiche, accomunate dalla necessità di addentrarsi nei meandri della terra. Mr. Driller è un puzzle game senza compromessi, che richiama i fasti di opere come Bubble Bobble e Tetris. Lo scopo principale resta quello di farsi strada spaccando blocchi colorati, arrivando a una profondità specifica. Vediamo però nel dettaglio le sfide che DrillLand propone e le novità di questa versione remastered.

Sfide per tutti i gusti

Come abbiamo detto, Mr. Driller DrillLand offre cinque diverse tipologie di sfide. L’hub principale è la piazza del parco, da cui raggiungere vari edifici in cui cimentarsi nelle prove. La modalità principale è quella classica, chiamata Drill World Tour. Qui, una volta scelto uno dei personaggi disponibili (con varie abilità uniche), si cerca di arrivare a una data profondità senza finire le vite o l’ossigeno.

Oltre a questa sfida, ci sono livelli dalle meccaniche particolari. Nella Fossa di Druaga bisogna sconfiggere i mostri di un dungeon, in Casa Stregata esorcizzare fantasmi con l’acqua santa e nell’Avventura di Drindy raccogliere un certo numero d’idoli d’oro prima di arrivare al traguardo. L’ultima prova, Driller Stellare, è molto simile alla modalità classica, ma introduce bonus in grado di aiutare i giocatori e vari ostacoli casuali. Tutto si amalgama incredibilmente bene in un contesto che vede i giocatori intenti a scavare, distruggendo blocchi colorati e cercando di non farsi schiacciare dai crolli.

Gli appassionati di puzzle game si sentiranno subito a casa, grazie a comandi semplici e intuitivi, oltre che molto precisi. La velocità di pensiero e di esecuzione devono però viaggiare di pari passo, perché Mr. Driller è un gioco che richiede sia precisione che rapidità. Chi soffre di paralisi da analisi potrebbe dunque incappare in qualche difficoltà.

Minacce dal sottosuolo

Sebbene Mr. Driller DrillLand possa sembrare un titolo breve, considerata la presenza di sole cinque modalità, la realtà è ben diversa. Dopo aver completato il primo livello di ogni sfida, si prende parte alla battaglia contro un boss (sul quale non vi facciamo spoiler), ottenendo poi la possibilità di giocare a una variante più complessa delle prove.

Questo permette di far abituare i giocatori alle meccaniche, senza far impennare la curva di difficoltà. In aiuto ai neofiti troviamo anche una serie di bonus, acquistabili dal negozio spendendo le monete ottenute nei livelli. Barriere protettive, vite aggiuntive e molto altro ancora, sono strumenti che torneranno utili a tutti gli scavatori. Chi non volesse agevolazioni può comunque investire il suo denaro in carte e gadget. Questi collezionabili sbloccano interessanti retroscena e raccontano la storia di Mr. Driller, per fare un tuffo nel passato o scoprire un mondo nuovo.

Tutto è comunque ben calibrato, senza contare che il passaggio su PlayStation ha permesso di ottenere una fluidità e una resa grafica mai viste prima. Se avete giocato la versione sul vecchio GameCube, rimarrete affascinati dal lavoro svolto da Bandai Namco.

Classico o alternativo?

Il divertimento di Mr. Driller DrillLand non si limita però soltanto a questo. Il titolo vanta due modalità in singolo, chiamate Modalità Semplificata e Classica. La prima è perfetta per apprendere le basi del gioco, mentre la seconda è in grado di offrire un livello di sfida adatto agli appassionati che vogliono mettere alla prova le loro abilità.

In aggiunta, Bandai Namco ha inserito anche la possibilità di giocare in compagnia di un amico, aumentando notevolmente sia il divertimento che la longevità. Anche da soli, comunque, completare tutte le sfide di Mr. Driller e sbloccare magari tutti gli oggetti collezionabili vi porterà via una buona quantità di ore, senza contare l’elevatissima rigiocabilità.

Come vi abbiamo già anticipato, il comparto tecnico è decisamente all’altezza delle aspettative. La grafica colorata e simile a un cartone animato si rifà allo stile classico del genere, supportata da tavole realizzate a mano per narrare la storia. Il comparto audio non è da meno.

Trofeisticamente parlando: una miniera di coppe

La lista trofei di Mr. Driller DrillLand è decisamente generosa, con tante coppe da sbloccare già nelle prime fasi di gioco. Il Platino è una questione diversa, dato che sono richiesta pazienza, abilità e un pizzico di fortuna. Le sfide più ardue sono sicuramente quelle di ottenere tutti i timbri top, scavare e oltre ottomila metri e raccogliere tutte le statue nel livello 3 dell’Avventura di Drindy. Tre ori tosti, per giocatori tosti: solo i cacciatori più bravi riusciranno a scavarsi una strada fino al Platino.

VERDETTO

Per gli amanti dei puzzle game vecchio stile, Mr. Driller DrillLand è un vero e proprio paradiso. Le diverse tipologie di sfide, unite al fatto di poterle affrontare a due livelli di difficoltà e persino con un amico, rendono il titolo di Bandai Namco divertente e longevo, oltre che incredibilmente malleabile per adattarsi a tutte le tipologie di giocatori. Il ritorno di Susumu Hori, il nostro simpatico Mr. Driller, e dei suoi amici è una vera e propria manna. Se non vedete l'ora di mettervi a scavare come pazzi, correte ad acquistare questa perla.

Guida ai Voti

Stefano Bongiorno
Nato e cresciuto in cattività, il giovane Stefano è stato svezzato a latte in polvere e Nintendo, cosa che lo ha portato con gli anni a dover frequentare svariati osteopati a causa delle deformazioni alle mani causati dall'uso di pad rettangolari. Oggi ha una certa età e scrive per il Bit, non perché abbia una scelta, ma perché altrimenti il boss Dario lo fustiga con le copie invendute di Digimon All-Star Rumble. Nel tempo libero si dedica occasionalmente al suo lavoro di commesso di telefonia e soprattutto alla caccia al Platino, con scarsi risultati.