Ricordati uomo (o donna) che devi morire, e qui accade (sempre). Parola d'ordine √® "Livellare" e a furia di farlo ti costruisci un intero palazzo. Il gioco di per se √® molto bello, ti muovi in un ambientazione "Gotica", sembra di vagare sempre in un cimitero antico avvolti da una atmosfera lugubre e cupa. Devi continuamente combattere per accumulare punti esperienza che servono a potenziarti e procedere nel tuo non facile percorso. I nemici o sono stupidi o terribilmente difficili, per non parlare di quando incontri certi tuoi colleghi che come te vagano per la mappa (Salve come va? tutto bene? Pam/Pam e ZiC/Zac e tu sei morto). I punti di salvataggio sono sporadici contrassegnati da "Lanterne" dislocate in vari punti della mappa. Se muori ritorni all'ultima lanterna salvata (dove puoi meditare sulla precariet√† dell'esistenza e sulla stupidit√† delle tue azioni). La mappa necessariamente la devi imparare a memoria e cercare delle scorciatoie che ti aiutino nella progressione del gioco. La trama √® molto ermetica, di difficile comprensione come non sono semplici gli innumerevoli e variegati potenziamenti spesso indicati da termini criptici ed esoterici. Personalmente sono solo alle prime fasi del gioco ho eliminato i primi due Boss e poi lo messo in parcheggio per giocare a LOU2 mio graditissimo regalo di compleanno. Avrei preferito meno ripetitivit√†, magari pi√Ļ checkpoint, almeno nei combattimenti con i vari Boss di turno e una trama meno legata al combattimento ma pi√Ļ all'esplorazione e alla scoperta, che visto l'ambientazione, avrebbe potuto essere magnifica. Ma questa √® solo la prima impressione di un vecchio giocatore che si riserva di giudicare il gioco nella sua completa interezza. Ciao