Home ConsoleNews PS4Call of Duty: Vanguard e l’ispirazione storica dietro la Task Force One

Call of Duty: Vanguard e l’ispirazione storica dietro la Task Force One

Call of Duty è tornato anche quest’anno con Vanguard di Sledgehammer Games e stavolta i giocatori indosseranno i panni degli eroi della Seconda Guerra Mondiale. Richard Webb, Arthur Kingsley, Polina Petrova, Lucas Riggs e Wade Jackson formano la Task Force One, una squadra ispirata a personaggi storici realmente esistenti. E Activision ci tiene a specificare da dove viene tratta l’ispirazione.

Il leader della squadra, Arthur, è ispirato alla complessità di Sidney Cornell, il primo paracadutista nero ad atterrare in Normandia durante il D-Day. Polina, invece, è ispirata a Lyudmila Pavlichenko, un cecchino talmente abile da uccidere, secondo i conti, addirittura trecentonove nemici in battaglia, guadagnandosi il nome di Lady Death.

Lucas è invece nato dalla vita dei soldati che hanno vissuto l’assedio di Tobruk; una guerriglia di duecentoquarantuno giorni con oltre tremila soldati australiani feriti e morti nel tentativo di resistere ai tedeschi. Wade, invece, nasce dalla riproposizione di Vernon “Mike” Micheel, un eroico aviatore navale che ha bombardato in un solo giorno due portaerei giapponesi durante la battaglia di Midway.

Call of Duty: Vanguard, come si intuisce dalle ispirazioni, dedica molto tempo alla costruzione dei personaggi – elemento di cui discuteremo presto in sede di recensione. Il titolo di Sledgehammer Games è disponibile per PlayStation 4, PlayStation 5, sistemi Xbox e PC dal 5 novembre.

Articoli correlati

Andrea Letizia
Cresciuto a pane e Crash Bandicoot, deve la sua conoscenza dell'inglese grazie a uno studio intenso dei dialoghi sottotitolati nei videogiochi. Grande amante degli action RPG e dei platform, dei cani e del wrestling.