Home ConsoleNews PS4Salvate Sanctuarium con Diablo II: Resurrected

Salvate Sanctuarium con Diablo II: Resurrected

Il 23 settembre, i giocatori di tutto il mondo potranno salvare Sanctuarium dal suo destino nefasto in Diablo II: Resurrected, la rimasterizzazione definitiva di Diablo II e della sua espansione Lord of Destruction.

In Diablo II: Resurrected, gli iconici modelli dei personaggi 2D del gioco originale sono stati convertiti in 3D. Grazie a questa scelta il macabro e dettagliato mondo dark fantasy di Sanctuarium vive una nuova vita. Una grafica incredibile, il supporto al 4K e filmati interamente ricreati sono la ciliegina sulla torta.

Il fascino di Diablo II rimane invariato con qualche miglioria rispetto a vent’anni fa, come un Forziere personale più ampio e la raccolta dell’oro automatica. I giocatori in preda alla gioia più nostalgica rivivranno i loro ricordi fatti di martelli rotanti e cadaveri esplosivi e potranno passare dalla grafica moderna a quella originale in un attimo.

Una open beta multigiocatore di Diablo II: Resurrected arriverà sulle piattaforme supportate ad agosto, con cinque delle sette classi altamente personalizzabili. Amazzone, Barbaro, Paladino e Incantatrice dal gioco base e Druido dall’espansione Lord of Destruction. Negromante e Assassina saranno disponibili al lancio ufficiale del gioco.

Diablo II: Resurrected sarà acquistabile singolarmente oppure nella Prime Evil Collection. Quest’ultima include anche Diablo III con tutte le espansioni, la mascotte Mefisto e le ali Stretta dell’Odio. Prenotando inoltre il gioco si riceverà la trasmogrificazione Retaggio dell’Arreat per Diablo III e l’accesso all’open beta del gioco.

Articoli correlati

Stefano Bongiorno
Nato e cresciuto in cattività, il giovane Stefano è stato svezzato a latte in polvere e Nintendo, cosa che lo ha portato con gli anni a dover frequentare svariati osteopati a causa delle deformazioni alle mani causati dall'uso di pad rettangolari. Oggi ha una certa età e scrive per il Bit, non perché abbia una scelta, ma perché altrimenti il boss Dario lo fustiga con le copie invendute di Digimon All-Star Rumble. Nel tempo libero si dedica occasionalmente al suo lavoro di commesso di telefonia e soprattutto alla caccia al Platino, con scarsi risultati.