Home ConsoleNews PS5Deathbound punta rinnovare il genere soulslike con un sistema di party cooperativo

Deathbound punta rinnovare il genere soulslike con un sistema di party cooperativo

Tate Multimedia e Trialforge Studio sono entusiasti di annunciare che Deathbound, il dinamico soulslike single-player basato sulla cooperazione, sarà lanciato per PC, PlayStation 5 e Xbox Series X/S l’8 agosto. Formate alleanze con guerrieri caduti utilizzando l’innovativo sistema di gioco di gruppo a 4 eroi e unitevi per sconfiggere creature e nemici spaventosi.

Deathbound è un soulslike basato su un party ambientato in un mondo spietato dove la Fede si scontra con la Scienza. Non si può sopravvivere da soli, ma bisogna rifiutare la Morte e abbracciare Ziêminal, legandosi ai guerrieri caduti incontrati durante il viaggio. Utilizzando un sistema di party dinamico a 4 eroi, è possibile trasformarsi da un personaggio all’altro a metà combattimento per garantire la sopravvivenza. Il successo dipende dalla collaborazione con i compagni, ognuno dei quali possiede abilità, tecniche di combattimento e storie personali.

Le interazioni tra questi personaggi influenzano in modo significativo il gioco, portando a risultati ed effetti di stato diversi a seconda delle vostre azioni. Per esempio, allineare personaggi della Chiesa della Morte e del Culto della Vita, due fazioni opposte all’interno del vascello, causerà un conflitto e darà luogo a effetti di combattimento conseguenti. In alternativa, accoppiare guerrieri caduti con convinzioni simili può portare a potenti potenziamenti in combattimento, perfetti per abbattere nemici implacabili lungo il cammino.

Nonostante le loro differenze, i caduti devono unirsi in combattimento. Caricando il misuratore di sincronizzazione condiviso durante le battaglie, è possibile scatenare un devastante Morphstrike. Questo attacco combina la forza del gruppo, fondamentale per superare avversari letali.

Lo sviluppatore brasiliano Trialforge Studio è un piccolo team di 20 persone che sta lavorando a questa ambiziosa rivisitazione del genere soulslike. Lo studio, che si sta facendo strada nella scena indie brasiliana, punta a offrire un’esperienza di alta qualità a un prezzo accessibile di 29,99 euro.

Articoli correlati

Daniele Citerio
Lo zio "citte", avete presente quello zio strano che fa cose strane in posti strani? Arrampica pareti di roccia su alte montagne, scala le cascate di ghiaccio, fa yoga in mezzo alla spiaggia e poi, ve lo trovate in salotto attaccato alla play a giocare senza manco considerarvi? Ecco, sono io!