L’Evolution Championship Series, più comunemente noto come EVO, è la più grande manifestazione dedicata al mondo dei picchiaduro, dove migliaia di giocatori provenienti da ogni parte del globo si riuniscono per competere al proprio titolo preferito. L’EVO è una manifestazione ricca di fascino e con una lunga storia alle spalle. La primissima edizione si tenne nel 1996 in una sala giochi nella città di Sunnyvale, in California. Il torneo, all’epoca, venne organizzato da Tom e Tony Cannon, due fratelli appassionati di picchiaduro, che qualche tempo dopo avrebbero creato il famoso sito Shoryuken.com.

Il nome della competizione non era ancora EVO ma Battle by the Bay, e l’obiettivo era creare il più grande torneo nordamericano di Street Fighter II Turbo. Il Battle by the Bay acquisì sempre più popolarità nel corso degli anni, catturando l’attenzione non solo degli americani ma anche di chi i picchiaduro li aveva inventati, ovvero i giapponesi. Dal 2002 il Battle by the Bay cambiò nome diventando Evolution, portandosi dietro un sacco di novità. Si abbandonarono i cabinati in favore delle console, ormai sempre più diffuse, e a Street Fighter si affiancarono altri picchiaduro come Tekken, Guilty Gear e Marvel vs. Capcom. Dal 2005 l’EVO si spostò a Las Vegas, dove si tiene ancora oggi, e sempre più picchiaduro vennero aggiunti alla lista. L’Evolution non è soltanto un torneo fatto di tensione e agonismo, ma è soprattutto un modo per stare insieme, riunendo tutti gli appassionati di ogni singolo picchiaduro esistente. Grazie alla sua popolarità, oggi l’EVO viene considerato come l’E3 dei picchiaduro, infatti da un po’ di anni è anche teatro di numerosi annunci, e questo articolo nasce appunto per farvi un recap di tutte le novità emerse da questa scoppiettante edizione.

Street Fighter V

Vincitore: Bonchan

Il titolo di campione del mondo quest’anno va a Bonchan, player giapponese che ha trionfato con Karen in grand final contro il player arabo Big Bird. Per quanto riguarda gli annunci, tutti si aspettavano grosse novità da parte di Capcom, e molti speravano in un nuovo capitolo della serie, ma così non è stato. L’annuncio, che in verità era stato leakato qualche giorno prima, riguarda tre nuovi personaggi (già disponibili) che si aggiungono al già ricco roster del gioco: E. Honda, Poison e Lucia. Honda e Poison non sono nuovi nel mondo di Street Fighter, con quest’ultima che ritorna nel roster dopo la sua prima apparizione in Street Fighter X Tekken; Lucia proviene dalla serie Final Fight, e si tratta quindi della sua prima apparizione nel picchiaduro Capcom.

DragonBall FighterZ

Vincitore: GO1

Finale con poche sorprese per il picchiaduro targato Arc System Works, che ha visto sfidarsi i soliti SonicFox e GO1 in grand final, con la vittoria del giapponese. Situazione a specchio rispetto all’anno scorso, che vide l’americano trionfare sul giapponese. Le novità per quanto riguarda il gioco erano già note da tempo; Arc System aveva già annunciato quelli che sarebbero stati i prossimi personaggi DLC che avrebbero concluso la Season 2, ovvero Gogeta Blu e Broly in versione Dragon Ball Super. L’unica incognita restava l’ultimo personaggio non ancora annunciato, che si è rivelato essere Janemba (già disponibile). Il mostro mutaforma proveniente direttamente dal film di Dragon Ball Z fa la sua apparizione sul palco dell’EVO con uno dei classici trailer con cui Arc System ci ha ormai abituati. Alla fine del trailer fa la sua apparizione anche Gogeta Blu, del quale non abbiamo ancora una data di rilascio.

Rimanendo sempre in casa Arc System Works, la grossa novità è stato però l’annuncio del nuovo attesissimo capitolo della saga Guilty Gear. Annuncio avvenuto con un trailer che ha fomentato non poco il pubblico. Il nuovo Guilty Gear è atteso per il 2020.