Mekabolt+ – Recensione Speedrun

Sviluppatore: Somepx Publisher: Ratalaika Games Piattaforma: PS4 (disponibile anche per PS5) Genere: Platform Giocatori: 1 PEGI: 7 Prezzo: 4,99 € Italiano: Sottotitoli

Come tanti studi, anche Ratalaika Games prova la via della remastered con Mekabolt+, analizzato nella nostra recensione Speedrun. A distanza di qualche anno dal lancio della versione originale, il tecnico spera di far felici gli utenti PlayStation 5.

Maledetti robot!

La trama di Mekabolt+ è ovviamente la stessa della versione base: i giocatori vestono i panni di un tecnico esperto di riparazioni. Il compito della nostra eroina è di aggiustare un parco divertimenti caduto nel caos a causa di alcuni terribili robot.

Per ripristinare la quiete e far tornare in salute il parco divertimenti, il tecnico deve recuperare le batterie necessarie a riparare gli androidi ribelli. Per riuscire nell’impresa la protagonista si affida al Mekabolt del titolo, un potente strumento in grado di manipolare determinate strutture.

Questa premessa dà vita a un platform bidimensionale dalla grafica che ricorda giochi a 16bit per Super Nintendo, con una palette di colori piuttosto vasta e un design tutto sommato accattivante. Mekabolt+ è diviso in quattro sessioni che introducono nuovi elementi del gameplay. Non aspettatevi però innovazioni a palate, perché il titolo di Ratalaika Games si mantiene sempre su elementi molto classici.

Cosa si cela dietro il “più”

Come detto, Mekabolt+ è sostanzialmente uguale alla prima versione, pubblicata nel 2019. Viene da chiedersi, dunque, cosa si nasconda dietro il + che è stato inserito nel titolo. La risposta è sfortunatamente molto rapida: ventiquattro livelli aggiuntivi e un nuovo personaggio da utilizzare.

Mekabolt+ offre quindi piccole aggiunte per incentivare il giocatore a continuare l’avventura, senza però stravolgere quanto proposto dalla versione originale. Apprezzabile anche nei nuovi schemi il level design (di gran qualità anche nell’avventura principale), mentre rimane sempre abbastanza sotto tono la colonna sonora.

Rimangono infine presenti gli stessi difetti visti nel primo Mekabolt, ossia una certa scivolosità dei comandi e soprattutto una risposta lenta degli stessi in più situazioni. Niente di terribile, comunque, considerato che il livello di difficoltà è relativamente basso. Mekabolt+ risulta infatti facilmente completabile da qualsiasi tipologia di giocatore.

Trofeisticamente parlando: più giochi, più coppe

Proprio come per quanto riguarda la campagna, anche la lista trofei di Mekabolt+ risulta decisamente semplice da completare. Con un singolo playthrough, investendo un’oretta circa di tempo, è possibile portarsi a casa uno scintillante trofeo di Platino. Tutto come da tradizione di Ratalaika Games, quindi.

VERDETTO

Mekabolt+ è un platform simpatico, con qualche trovata intelligente e un level design ben studiato. Sfortunatamente questa versione del gioco non ha un vero e proprio Plus, come il titolo lascia intendere, ma aggiunge solo qualche livello aggiuntivo e un personaggio giocabile. Se avete già completato la versione base vi suggeriamo di passare oltre, altrimenti a un prezzo congruo vi troverete tra le mani un platform in grado di farvi trascorrere un'oretta spensierata.

Guida ai Voti

Stefano Bongiorno
Nato e cresciuto in cattività, il giovane Stefano è stato svezzato a latte in polvere e Nintendo, cosa che lo ha portato con gli anni a dover frequentare svariati osteopati a causa delle deformazioni alle mani causati dall'uso di pad rettangolari. Oggi ha una certa età e scrive per il Bit, non perché abbia una scelta, ma perché altrimenti il boss Dario lo fustiga con le copie invendute di Digimon All-Star Rumble. Nel tempo libero si dedica occasionalmente al suo lavoro di commesso di telefonia e soprattutto alla caccia al Platino, con scarsi risultati.