Sviluppatore: Santa Clara Games Publisher: BadLand Publishing Piattaforma: PS4 Genere: Sparatutto Giocatori: 1-2 PEGI: 16 Prezzo: 9,99 €

8DAYS è una delle tante produzioni indipendenti arrivate su PlayStation 4, creata da un piccolo ma ambizioso team di sviluppo. In questo mare di videogiochi, in cui anche il più piccolo dettaglio può decretare la fortuna o il fallimento di un titolo, i ragazzi di Santa Clara Games hanno provato a portare la loro interpretazione moderna di un arcade shoot ‘em up in 8 bit. Il risultato? Scopritelo nella nostra recensione.

G.O.D.

In 8DAYS vestiremo i panni di Lola “Wasp” e Mike “Ghost”, due mercenari al soldo della G.O.D. (Gold, Oil, and Diamonds, Inc), una spregevole compagnia con l’obiettivo di controllare le situazioni mondiali più controverse attraverso le forze militari, iniziando o mettendo fine alle guerre per proteggere i propri interessi. 8DAYS, invece, è il nome della rivista attraverso la quale l’opinione pubblica viene tenuta a bada e manipolata. A controllare questi due potenti strumenti ci sono delle forze oscure, esistenti fin dall’inizio dell’umanità, sulle quali però non si sa praticamente nulla.

Ci ritroveremo dapprima in missioni classiche in giro per il mondo, contro terroristi o eserciti locali, per poi venire coinvolti in qualcosa di più grande. Senza addentrarci ulteriormente nella trama, possiamo dirci molto soddisfatti, e anche un po’ sorpresi, dall’elemento narrativo inserito dagli sviluppatori. La trama, infatti, pur essendo un elemento secondario rispetto al gameplay, riesce a stimolare l’interesse del giocatore, risultando nel complesso un valore aggiunto per la produzione. Non aspettatevi quindi nulla di troppo profondo o articolato, ma piuttosto qualcosa di originale e sicuramente più interessante rispetto agli standard del genere. Un piacevole contorno della portata principale, ecco, grazie al quale non abbiamo abbandonato il gioco nei momenti più frustranti che, purtroppo, non sono pochi.

Arcade, ma non troppo

Tecnicamente ci troviamo di fronte a un classico dual-stick shooter, realizzato in maniera convincente, con un buon feedback in termini di risposta e precisione, sia delle armi che dei movimenti. 8DAYS si presenta quindi con un gameplay solido, come arcade frenetico ma non troppo. La grafica retrò e il genere, all’apparenza, potrebbero far pensare a un titolo in cui riflessi e abilità del giocatore sono tutto, ma non è così, almeno in parte. Oltre alla vostra bravura sarà infatti fondamentale scegliere al meglio l’approccio: quali nemici eliminare per primi, se attirarli o gettarsi nella mischia (tattica consigliata solo ai più esperti, soprattutto nei livelli più avanzati), se utilizzare armi a distanza ravvicinata per conservare le munizioni (non sempre abbondanti) oppure dare sfogo a tutta la nostra potenza di fuoco.

La grandezza delle mappe permette di muoversi liberamente in cerca di ripari e di coperture, favorendo la componente tattica. Le ambientazioni, poi, hanno il grande pregio di essere ricche di elementi e largamente esplorabili, con tanti segreti da scoprire, aree secondarie e armi nascoste da scovare. Insomma, l’ennesima conferma che 8DAYS prova ad andare oltre il semplice sparatutto, aumentando la varietà del gameplay con tante piccole aggiunte. Parlando di longevità, sempre tenendo in considerazione il genere di appartenenza, il giudizio è positivo, con una durata variabile a seconda dell’abilità del giocatore, ma che comunque si attesta su livelli più che accettabili sia per i più esperti che per chi non è troppo avvezzo al genere.

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
7/10
CONDIVIDI
Articolo precedenteQuesto mese PlayStation Plus Bonus vi porta a Mirabilandia
Prossimo articoloAdventure Time: i Pirati dell’Enchiridion, disponibili il trailer di lancio e i trofei
Gennaro Favatà
Detto anche Giovanni, dagli amici di Ubisoft. Newser, inviato, grafico e se sei fortunato lo trovi anche sul forum di PlayStationBit. Ama alla follia fumetti, cartoni animati, videogiochi e quanto di più colorato e nonsense ci sia, non disdegnando però generi più dark come l'horror e il noir. Inoltre, come ogni eroe che si rispetti, sa trattenere il fiato per dieci minuti.