Sviluppatore: Big Ant Studios Publisher: Bigben Interactive Piattaforma: PS4 Genere: Sport Giocatori: 1-4 (Online: 2-4) PEGI: 3 Prezzo: 54,99 €

Il rapporto del tennis con il mondo dei videogiochi ha conosciuto un momento buio, un Medioevo, per così dire, nel quale l’offerta per gli amanti di questo sport era scarsa se non nulla. Una mancanza poco giustificabile, alla luce della presenza importante di versioni videoludiche di altri sport meno seguiti globalmente e anche in virtù di una trasposizione da realtà a gioco che, sulla carta almeno, sembrerebbe meno complessa e articolata.

In ogni caso, il Rinascimento si è avviato nel 2018, con ben due titoli (tre, se consideriamo il buon Mario) dedicati al tennis. Sebbene uno dei due fosse il disastroso e appena abbozzato Tennis World Tour, l’altra proposta era quell’AO International Tennis di cui ci accingiamo a recensire il seguito. L’interpretazione del tennis firmata Big Ant Studios e Bigben Interactive era riuscita, soprattutto dopo alcune sistemazioni in corsa, a lasciare intravedere qualcosa di buono, i cui sviluppi non potevano non sfociare in AO Tennis 2.

AO Tennis 2

Australian Open, ma non solo

La licenza ufficiale del gioco riguarda, come recita il titolo stesso, gli Australian Open, in partenza proprio in questi giorni. Al primo torneo del Grande Slam è dedicata una modalità apposita, ma AO Tennis 2 ha molto altro da offrire. Non manca la modalità Esibizione per impostare una partita rapida e lanciarsi subito nell’azione, così come la modalità Scenario nella quale mettersi alla prova con requisiti per la vittoria più stringenti e personalizzati. Il tutto, magari, dopo aver preso confidenza con i comandi di gioco affrontando il semplice ma completo tutorial o i numerosi minigiochi di allenamento disponibili nell’apposita sezione.

Il fiore all’occhiello del gioco è però la modalità Carriera, che segue le orme di quello che è Il Viaggio nella serie FIFA. E’ la nuova strada dei giochi di sport, che condiscono e arricchiscono la loro proposta con storie umane a fare da filo conduttore tra un match e l’altro, e AO Tennis 2 la implementa con buoni risultati. Possiamo scegliere un giocatore esistente e affermato, o crearne uno da zero, e seguirlo per un intero anno crescendo con lui.

Nello specifico, dopo aver definito aspetto, abitudini e abilità del nostro alter ego attraverso un editor ricchissimo, potremo pianificare mese per mese la nostra tabella di marcia. Tra allenamenti, tornei e settimane di riposo, saremo noi a decidere il nostro percorso e a spingere o meno sull’acceleratore per scalare il ranking mondiale. Non solo, ma dovremo fare i conti con sponsor, gestione delle spese e dello staff e rapporti con la stampa e con il pubblico, anche attraverso brevi ma divertenti conferenze post-partita con risposte multiple.

AO Tennis 2

Più simulativo che arcade

Non è facilissimo distinguere tra simulazione e arcade in un gioco dedicato a uno sport non ricchissimo di fondamentali come il tennis. Giocando ad AO Tennis 2 si ha però la netta sensazione che Big Ant Studios abbia lavorato con l’idea della simulazione realistica, evitando le esagerazioni esaltanti ma poco verosimili e prediligendo un gameplay pulito, lineare, a suo modo ragionato, pur nei limiti imposti dalla rapidità degli scambi da campo a campo.

A livello di controlli, il gioco è esattamente ciò che ci si aspetta. Ogni tasto del DualShock è abbinato a un tipo di colpo (piatto, topspin, pallonetto e slice) e gli stessi tasti premuti simultaneamente al grilletto destro ammorbidiscono o rendono più aggressivi i colpi. La levetta sinistra gestisce il movimento del giocatore e la direzione della palla. Per colpire non dobbiamo premere, ma caricare il tiro e rilasciare il tasto al momento giusto, ed è proprio durante il caricamento che possiamo prendere la mira con precisione.

Il ritmo, come dicevamo, è elevato nella misura in cui lo è quello del tennis vero. In altri termini, dimentichiamoci frenesia e acrobazie delle dita sul controller, ma prepariamoci comunque a scambi incalzanti e a diagonali che ci costringeranno a corse disperate nel tentativo di recuperare in extremis la palla. Se vi piace il tennis, vi piacerà AO Tennis 2; se vi piace videogiocare a tennis, potreste trovarvi a desiderare qualche meccanica più immediata e qualche esagerazione qua e là, a discapito del realismo.

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
8/10
Articolo precedentePersona 5 Royal, il nuovo trailer presenta Kasumi
Prossimo articoloSony vicina all’acquisto di Kojima Productions?
Avatar
Classe ’85, divido il tempo tra la moglie e i tre figli e le più svariate passioni. Amo la lettura, la scrittura e i videogiochi e recito dal 2004 con l'Associazione Culturale VecchioBorgo. Eterno bambino, amo la vita e guardo sempre allo step successivo, soprattutto se è più in alto del precedente. Sono grato a PlayStationBit per avermi fatto scoprire la (sana) caccia ai trofei e i Metroidvania.

1 COMMENTO

Comments are closed.