Control Ultimate Edition – Recensione

Sviluppatore: Remedy Entertainment Publisher: 505 Games Piattaforma: PS5 Genere: Azione/Avventura Giocatori: 1 PEGI: 16 Prezzo: 39,99 €

“L’ultimo videogioco” di Remedy Entertainment è Control Ultimate Edition, cervellotico e misterioso, quasi un seguito del famoso Alan Wake. E proprio lo stesso Alan Wake si fa vedere e fa la sua parte in quest’ultima perla di Remedy! Se siete curiosi di sapere cosa accomuna questi due grandi successi, leggete la nostra recensione.

control ultimate edition

Prendere o perdere il controllo?

L’incipit di tutta la storia è poco chiaro e difficile da interpretare. Impersonando Jesse Faden, un’attraente ragazza dai capelli rossi, ci troveremo a camminare nei corridoi di un disabitato e immenso edificio governativo. L’unica persona presente sarà un addetto alle pulizie che, con un forte accento straniero, si rivolgerà a noi invitandoci a far visita al direttore per quel posto di lavoro vacante, anche se a noi sembra di non aver mai presentato la domanda per quell’impiego.

L’incontro con il direttore non sarà come previsto, infatti, al posto di un colloquio di lavoro, troveremo il cadavere di un suicida. Con un turbinio di eventi, che comprendono una capatina nel piano astrale, e non senza parecchia confusione, saremo insigniti della nomina di direttore del Federal Bureau of Control. Da ora inizieremo a operare riconosciuti da tutti come tali senza alcuna obiezione. Tutto ciò è una cosa che ci lascia spiazzati ma che piano piano inizia a essere apprezzata da Jesse. Anche perché la nuova carica la potrà aiutare a dipanare l’alone di mistero in cui è racchiusa questa assurda organizzazione governativa in cui si è infiltrata.

Lo scopo primario di Jesse, quello che l’ha portata a introdursi nel bureau, era quello di trovare e salvare suo fratello Dylan, che è stato rapito da questi agenti parecchi anni prima. Ma si sa, i piani non sempre vanno come sperato e diversi ostacoli si metteranno tra Jesse e la possibilità di riabbracciare suo fratello. Primo tra tutti l’Hiss, una forza misteriosa che è in grado di corrompere la mente degli uomini e soggiogarla alla sua volontà. Il Federal Bureau of Control è in stato d’isolamento proprio per contenere questa minaccia e Jesse farà la sua parte per sconfiggere il temibile nemico.

control ultimate edition

A volte basta il pensiero

La nostra beniamina Jesse ben presto inizierà a sviluppare poteri molto particolari e utili, riuscirà con la forza della mente a scagliare gli oggetti circostanti contro i nemici e a usarli come arma, oppure a levitare in aria o a creare uno scudo di detriti. In tutto il videogioco l’interazione ambientale sarà altissima, potremo spaccare, spostare o far esplodere praticamente tutto ciò che incontriamo e questa caratteristica risulterà utile sia nei combattimenti che per aprirsi nuove vie d’accesso ai vari settori della Oldest House, la casa del Federal Bureau of Control.

Il combattimento potrà essere gestito a seconda delle nostre preferenze. L’arma di servizio che ci verrà assegnata potrà avere diverse forme che le daranno particolari poteri; una forma ha la possibilità di sparare bombe, un’altra di diventare una mitraglietta e così via. Se scegliamo di non sparare ai nemici potremo usare gli oggetti che raccogliamo con la mente per schiacciarli e, se sono deboli, potremo anche prendere il controllo della loro mente e farli diventare nostri alleati. Ci si può sbizzarrire e divertire a provare la combinazione di poteri e l’approccio che più si addice a ognuno di noi.

Le fondamenta di tutto il sistema

La storia principale ci porterà a esplorare a fondo l’Oldest House e, finita la trama principale, potremo iniziare le due espansioni contenute in questa Ultimate Edition. La prima, chiamata The Foundation, ci porterà nelle fondamenta della nuova casa di Jesse alla scoperta delle ricerche condotte dai primi scienziati che fondarono il Bureau.

In questi luoghi sotterranei saremo ancora una volta chiamati a salvare l’agenzia da minacce sovrannaturali e, per farlo, impareremo nuove tecniche con cui saremo in grado di far crescere o distruggere i particolari cristalli che si trovano qui. Con questi nuovi poteri dovremo risolvere altri puzzle ambientali per poter accedere a tutte le aree delle fondamenta e stabilizzarne l’esistenza. Per completare questo DLC saremo impegnati per circa sei o sette ore completando anche le missioni secondarie e dedicandoci alla parte narrativa sempre molto presente e piuttosto avvincente.

control ultimate edition

AWE e Alan Wake

L’altra espansione presente nel pacchetto inizia con una visione di Alan Wake che parla a Jesse, anche se non si capisce bene da dove. La nuova direttrice quindi si dirige verso una nuova area, il settore investigativo, e laggiù cercherà di fare luce su ciò che accadde a Wake e come sia coinvolto il Federal Bureau of Control. Purtroppo non viene sviscerata a sufficienza la correlazione tra i due mondi e la parte narrativa risulta carente, un’occasione mancata per creare una base intrigante per un sequel.

A livello di gameplay l’unica novità in confronto al videogioco base è l’utilizzo della luce per combattere questa nuova minaccia chiamata “oscurità”, anche se non saremo dotati direttamente di una torcia o una fonte di luce ma dovremo reperirla dall’ambiente e utilizzarla con la telecinesi. Lo scontro principale sarà con il dottor Hartman, che è diventato una creatura oscura e l’unica cosa in grado di sconfiggerlo sarà la luce.

Control Ultimate Edition

Remedy Entertainment diventa grande

Dopo aver lasciato Microsoft molti avevano paura che Remedy Entertainment avrebbe avuto problemi di budget e quindi non sarebbe stata in grado di creare videogiochi all’altezza. Con Control Ultima Edition questi timori sono stati completamente allontanati e lo studio finlandese si conferma uno sviluppatore di primo livello.

La versione che abbiamo provato è quella Ultimate su PlayStation 5. Tecnicamente parlando il videogioco è impeccabile, con un costante e alto numero di frame, anche durante i caotici scontri a fuoco. L’illuminazione è uno dei punti forti della produzione, il gioco di luci presente riesce a creare per tutto il tempo un’atmosfera surreale e affascinante. Sulla console di ultima generazione sono utilizzati anche i grilletti adattivi e la sensazione durante le sparatorie sono molto particolari e coinvolgenti.

Anche il reparto audio è molto curato e in diversi punti estremamente esaltante con colonne sonore perfettamente azzeccate; menzione d’onore lo merita il tratto in cui supereremo “il labirinto del posacenere”, secondo noi uno dei più divertenti e appassionanti momenti di tutto Control in cui i creatori di Control Ultimate Edition hanno dato il meglio di loro stessi.

Trofeisticamente parlando: la potenza è nulla senza controllo

Control Ultimate Edition conta ben sessantotto trofei in totale: quarantasette del gioco base, dieci per The Foundation e undici per AWE. Per il Platino sarà sufficiente conquistare i quarantasette della storia base e con la nostra guida sarà praticamente una piacevole passeggiata!

VERDETTO

Control Ultimate Edition è un action shooter metroidvania con una trama intricata e contorta. Se vi piace il genere e siete amanti del paranormale, sicuramente sarete contenti di giocare questo titolo e di dedicarvi all'esplorazione dell'Oldest House. La versione per PlayStation 5, oltre che miglioramenti grafici, contiene anche le due espansioni uscite.

Guida ai Voti

Daniele Citerio
Lo zio "citte", avete presente quello zio strano che fa cose strane in posti strani? Arrampica pareti di roccia su alte montagne, scala le cascate di ghiaccio, fa yoga in mezzo alla spiaggia e poi, ve lo trovate in salotto attaccato alla play a giocare senza manco considerarvi? Ecco, sono io!