Sviluppatore: RageSquid Publisher: No More Robots Piattaforma: PS4 Genere: Sport Giocatori: 1 (Online: 2-4) PEGI: 3 Prezzo: 21,99 €

Quello dei videogiochi dedicati agli sport estremi è un genere che ormai vanta pochissime produzioni nell’arco di una generazione di console. Basta pensare che la serie Tony Hawk, un tempo popolarissima, è arrivata su PlayStation 4 con Tony Hawk’s Pro Skater 5, talmente pessimo da essere definito peggiore della peste nera. Ci ha provato Ubisoft con l’ottimo Steep, raccogliendo una buona manciata di consensi, ma poi, a parte le pochissime produzioni minori, nessuno si è voluto barcamenare nell’impresa di fornire un nuovo prodotto di questo tipo. Dopo un lunghissimo periodo di accesso anticipato su PC e Xbox, Rage Squid e No More Robots portano il downhill in mountain bike su PlayStation 4 con Descenders. Ecco la nostra recensione.

descenders

E’ divertente se ti fa arrivare in ritardo

Quante volte vi siete detti “faccio una partita al volo” per poi accorgervi di essere rimasti incollati alla console per un’ora intera? Iniziamo con il dire che Descenders può essere spiegato così, cioè capace di farvi passare decine e decine di minuti a provare e riprovare un tracciato, cercando di completarlo facendo le cose a regola d’arte. E’ proprio per quello che, benché abbiate in testa un’idea precisa di come affrontare un pericolo, per cercare di metterla in pratica nel gioco vi serviranno diversi tentativi.

Il vostro obiettivo è quello di farvi una reputazione nel mondo del downhill, vivendo di pane e discese spericolate ad alta velocità, talvolta beccando sponsorizzazioni importanti in base all’importanza che avete ottenuto nel settore, ottenendo equipaggiamenti speciali. Decine e decine di minuti da spendere in discese e acrobazie che, a un certo punto, richiederanno un bel po’ di fantasia da parte vostra, a causa delle modalità risicate offerte da questa produzione.

Descenders

In sella… alla bersagliera

Per giocare Descenders e goderselo è necessario partire subito con l’idea di non essere davanti a una simulazione. L’ispirazione arcade degli sviluppatori si fa sentire tutta nella fisica di gioco estremamente permissiva e nei modi di affrontare ogni tracciato in totale libertà, finanche permettendovi di tagliare l’intero percorso e di arrivare al traguardo fischiettando, come se non fosse successo nulla. Tuttavia, lungi da noi togliere meriti allo studio di sviluppo; si nota perfettamente quanto sia stato grande l’impegno nel riprodurre fedelmente i movimenti della bici, soprattutto per quel che riguarda le mosse freestyle.

In Descenders non troviamo nulla più di una modalità carriera, se così si può dire, incentrata su quattro aree basate su un sistema di progressione in stile roguelike; il sistema ad albero vi permette di fare il vostro personale cammino per raggiungere l’ultimo step, ogni nodo mette a disposizione una prova di ripidità, corsa o acrobazia o un livello speciale. Si tratta, in realtà, di un alternarsi di circuiti abbastanza simili tra loro, a eccezione dei livelli speciali e del salto finale. Durante la nostra discesa verso l’ultimo livello dovremo gestire saggiamente le vite a disposizione e guadagnarne il più possibile per affrontare l’ardua prova finale.

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
7/10
Articolo precedenteDragon Ball Xenoverse 2, disponibile a breve il nuovo update gratuito
Prossimo articoloMonster Hunter: World, rilasciata la nuova guida ufficiale
Salvatore Terlizzi
E' legato ai videogiochi da quando per la prima volta mette le mani su Monkey Island, da allora comincia ad interessarsi sempre più a titoli di ogni genere e ogni piattaforma. Il suo genere preferito sono indubbiamente le avventure grafiche. Ha una discreta passione per il cinema trash ma niente di serio.

2 COMMENTI

Comments are closed.