#Funtime – Recensione

Sviluppatore: OneGuyGames Publisher: The Quantum Astrophysicists Guild Piattaforma: PS4 Genere: Arcade Giocatori: 1 PEGI: 3 Prezzo: 14,99 €

Negli ultimi anni il mondo dei twin-stick shooter si è arricchito immensamente, potendo contare su centinaia di titoli pubblicati sia su mobile che su console. Tuttavia, tra numerosi passi falsi, titoli “spazzatura” e altri che hanno aggiunto poco o nulla, si contano sulle dita di una mano quelli che hanno portato una ventata di novità e di aria fresca nell’industria videoludica, conquistando al contempo il cuore dei giocatori. Scomodiamo, ad esempio, The Binding of Isaac – Afterbirth, un capolavoro per il nostro Stefano, Alienation, il quale ha introdotto una forte componente narrativa e la modalità co-op online nel genere, o l’esplosivo Geometry Wars 3, memorabile per la sua grafica tridimensionale da capogiro. A quale delle due categorie appartiene #Funtime, neonato titolo sviluppato dalla software house indie OneGuyGames e pubblicato da The Quantum Astrophysicists Guild? Scopriamolo insieme nella nostra recensione.

Funtime

L’ora del divertimento

#Funtime è incentrato unicamente sul far divertire il giocatore, senza mezzi termini. Un concetto dal sapore old school, in grado di riportare alla mente i fasti dei vecchi cabinati a gettoni. Il titolo di OneGuyGames non gira intorno a inutili fronzoli, per cui non aspettatevi un cenno di trama o narrazione, neppure un filmato iniziale; verrete immediatamente gettati in pasto all’azione di gioco.

Di base, #Funtime si pone come un classico twin-stick shooter ambientato nello spazio. Con la levetta analogica sinistra controlliamo il protagonista, in questo caso una comunissima navicella spaziale, e con la levetta analogica destra decidiamo la linea di fuoco. Stando attenti a evitare i colpi avversari, i nemici stessi e ostacoli come spuntoni e asteroidi di varie dimensioni, il nostro compito è unicamente quello di accumulare punti, distruggendo tutte le navicelle che si pongono dinanzi al cammino. Un gameplay semplice ed efficace, che porta il giocatore a cercare di segnare punteggi sempre più alti e a scalare la classifica.

Funtime

Ma è nelle modalità di gioco e nei dettagli che il titolo si differenzia dalla massa. Una particolare meccanica è associata ai colori. Premendo il corrispettivo tasto, la navicella cambia colore – rosso, giallo, blu e verde, riuscendo così ad attraversare trappole e zone prima inaccessibili, a evitare colpi nemici o addirittura a lasciare una scia distruttiva alle sue spalle. Modalità principale di #Funtime è la modalità Sfida, in cui i giocatori sono chiamati a superare oltre cinquanta missioni dal tasso di difficoltà crescente. Esse si dividono in otto modalità di battaglia, le quali prevedono un gameplay variegato e distinto.

Ad esempio, in Sopravvivenza dovremo semplicemente ottenere più punti possibili facendo attenzione a non esaurire le vite a disposizione, in Zone è necessario trovare rifugio in sezioni dal colore simile e in Ondate bisogna resistere all’assalto dei nemici. Sono poi presenti livelli che spezzano la routine, come ad esempio missioni in cui superare veri e propri labirinti, battaglie contro i boss o livelli chiamati Funtime in cui bisogna combattere gli avversari facendo roteare una palla da demolizione legata alla navicella. Ogni sfida prevede il superamento del livello entro un certo lasso di tempo o il raggiungimento di uno specifico punteggio, in base al quale vengono assegnate da una a tre stelle, meccanica che innalza vertiginosamente la rigiocabilità.

Funtime

#Colortime

E se la modalità Sfida non vi dovesse bastare, è presente la modalità Arcade, nella quale è possibile giocare in totale libertà a una delle otto battaglie citate in precedenza. Essa è strutturata come una sorta di roguelite. Al game over vengono mantenuti i punti fino ad allora accumulati, che è possibile spendere in uno shop in cui potenziare la navetta, migliorandone fattori come i punti salute o la cadenza di fuoco. Grande assenza è la modalità cooperativa, sia online che locale, che si sarebbe sposata perfettamente con lo stile di gioco. Come dicevamo, il titolo sviluppato da OneGuyGames propone un gameplay dinamico e veloce e livelli dallo stile mordi e fuggi con cui poter staccare la spina da titoli più complessi.

Funtime

Croce e delizia di #Funtime è lo stile grafico che fa ampio uso di colori, forme geometriche tridimensionali simili a quelle viste in un qualsiasi Geometry Wars ed effetti scenografici. Ogni proiettile sparato o anche il semplice spostarsi genera un’esplosione di colori, inizialmente una cosa bellissima da vedere, ma che dopo qualche decina di minuti di gioco potrebbe farvi venire un gran mal di testa. Tale spettacolarizzazione penalizza anche il gameplay, dato che nelle ambientazioni più ristrette e nei livelli più avanzati si tende a perdere di vista la navicella stessa. In un titolo in cui è richiesto un tasso di concentrazione elevato per cercare di evitare la grande mole di nemici e di ostacoli presenti, questo risulta un grave difetto.

Tecnicamente, invece, #Funtime è fluidissimo e non risente per nulla di tutti gli oggetti presenti su schermo, consentendo ai giocatori di schivare al millimetro ogni colpo. La colonna sonora è uno dei capisaldi del gioco sviluppato da OneGuyGames e si sposa perfettamente con lo stile di gioco. Viaggiare nello spazio accompagnati in sincronia da note di musica techno e dubstep è come vivere un piacevole trip mentale. Piacevole a patto che gradiate la musica elettronica, ovviamente.

Trofeisticamente parlando: Platino a tre stelle

L’elenco trofei di #Funtime è composto da soli ventuno trofei, suddivisi in sei di bronzo, sei d’argento e otto d’oro. A grande sorpresa, vista la natura indie del titolo, è presente il Platino, il quale richiede una buona dose di concentrazione e skill. A fianco di trofei letteralmente impossibili da mancare, come ad esempio ottenere tre stelle in un livello qualsiasi, ci sono obiettivi più ostici, come Boccino d’oro, citazione della saga di Harry Potter, che richiede di distruggere il nemico più raro, e Battaglia di Verdun, omaggio a una delle più incredibili battaglie della Prima Guerra Mondiale, che richiede di completare tutte le cinquanta ondate della modalità Arcade.

VERDETTO

A primo impatto #Funtime potrebbe passare come l’ennesimo twin stick shooter che cerca di seguire la scia di successo tracciata da titoli come Geometry Wars o Resogun. Tuttavia, il titolo sviluppato da OneGuyGames prova a differenziarsi dalla massa introducendo una nuova e interessante meccanica, quella dei colori. Premendo il tasto associato, la navicella spaziale protagonista di questo titolo cambierà colore, potendo così passare in zone prima inaccessibili. Croce e delizia di questa feature è l’incredibile esplosione scenografica generata, che crea troppa confusione a schermo, soprattutto nei livelli più ardui. Numerose e divertenti le modalità disponibili, le quali garantiscono sessioni di gioco mordi e fuggi in grado di distrarre da titoli più complessi.

Guida ai Voti

Alberto Lanzidei
Nato con la passione per la PlayStation è cresciuto coltivando l'amore verso tutti i generi di videogames. I suoi hobby, oltre il gaming, sono le auto e la palestra.