Sviluppatore: Dynamic Pixels Publisher: tinyBuild Piattaforma: PS4 (disponibile anche per Mobile) Genere: Horror Giocatori: 1 PEGI: 7 Prezzo: 29,99 €

Un disastro totale?

I punti dolenti di Hello Neighbor non sono finiti, anzi. Se il gameplay risulta solamente abbozzato, un altro lato deludente del titolo sono i comandi stessi. Nelle fasi iniziali in cui ci ritroveremo al di fuori della villetta, dovremo raccogliere delle scatole da piazzare sopra una scala, per poter poi saltare sul tetto dell’abitazione. Sembra facile? E invece non lo è affatto. Compiere queste semplici azioni è un vero e proprio inferno fatto a videogioco. Raccogliere le scatole è un’impresa titanica, a causa del forte input lag presente nei comandi, e poggiarle per terra è anche peggio perché, semplicemente, non si possono poggiare gli oggetti ma solamente lanciarli. Arrampicarsi sulle scale e saltare da una parte all’altra del tetto è poi davvero imbarazzante, a causa di una fisica al limite del ridicolo che spingerà via il ragazzo di metri indietro anche solo sfiorando una parete o un oggetto in volo.

Lo stile grafico del titolo sviluppato da Dynamic Pixels risulta essere allegro, colorato e quasi deformed, rendendosi unico e inequivocabile agli occhi dei giocatori. Peccato però che in un survival horror, che dovrebbe mettere paura e ansia, sia richiesto totalmente l’opposto. Le texture, inoltre, diventano sgranate mano a mano che ci avviciniamo a un qualcosa; in un gioco sviluppato per PlayStation 4 è quasi inammissibile. Hello Neighbor fallisce miseramente anche nel comparto audio, con una colonna sonora ripetitiva che riesce a sottolineare i momenti di tensione solo una volta scoperti.

Trofeisticamente parlando: vicini di Platino

La lista di Hello Neighbor è composta da soli diciotto trofei: nove d’argento e otto d’oro (più il Platino). Una volta aperto l’elenco per controllare gli obiettivi da sbloccare il giocatore ci capirà ben poco, viste le dispersive spiegazioni presenti. Il Platino è comunque facilmente sbloccabile in poche ore seguendo dei walkthrough che accompagnano il giocatore all’interno dei tre atti presenti nel titolo. Un’occasione da non perdere, se siete alla ricerca di coppe facili.