Sviluppatore: Sumo Digital, Lucky Mountain Games Publisher: Curve Digital Piattaforma: PS4 Genere: Corse Giocatori: 1-4 (Online: 2-8) PEGI: 7 Prezzo: 19,99 €

Che ci crediate o meno, ben prima che i franchise di Gran Turismo, TOCA, Colin McRae Rally e Need for Speed venissero anche solamente ideati, c’era un gioco di guida in grado di far innamorare milioni di ragazzini. Un gioco che ti metteva a bordo di un’iconica e affascinante auto rossa. Un gioco che ti portava tra le palme delle spiagge di Miami. Un gioco che ti affiancava a una bella bionda. Un gioco su cui abbiamo speso decine e decine di gettoni nei cabinati delle sale giochi. Un gioco che ha dato vita a una sana passione per le quattro ruote. Parliamo di Out Run, rivoluzionario racing game sviluppato da SEGA e Yu Suzuki nel lontanissimo 1986. Ma ora quel capolavoro perduto, anche se solo spiritualmente, è tornato sulle console di attuale generazione grazie a Sumo Digital, sviluppatori di OutRun 2 e Team Sonic Racing tra gli altri. Hotshot Racing riuscirà a districarsi e a ritagliarsi uno spazio tra i numerosi simulatori e arcade disponibili sul mercato?

Hotshot Racing

Old Glory ‘90s

Edito da Curve Digital e sviluppato da Sumo Digital e Lucky Mountain Games, Hotshot Racing è in tutto e per tutto un omaggio ai racing game arcade dei primi anni Novanta. In un periodo in cui i videogiochi di corse si spingono sempre più verso la simulazione più pura, questo titolo spinge il pedale dell’acceleratore verso uno stile di guida arcade, volto unicamente a far passare qualche ora in totale spensieratezza all’utenza. Scordatevi le piste grigie di F1 2020 o le strade sterrate di WRC 9; Hotshot Racing ci porta a visitare cittadine colorate, foreste lussureggianti e spiagge afose, il tutto condito da un comparto grafico che sfrutta un modello a basso numero di poligoni che ci permette di rievocare un’epoca passata: quella dei cabinati.

Modalità principale di Hotshot Racing è quella Grand Prix, la quale offre quattro campionati suddivisi in altrettante gare. Un’offerta piuttosto povera, anche se è possibile affrontare ognuno dei quattro campionati in tre difficoltà diverse. Se giocando a livello Normale non avrete alcuna difficoltà a piazzarvi in prima posizione, la difficoltà Difficile è quella più bilanciata, nonché la più divertente, a nostro giudizio. Difatti, l’intelligenza artificiale è tarata in maniera pressoché perfetta, non lasciandovi respiro rispondendo a ogni sorpasso e anche al più piccolo degli errori.

Hotshot Racing

Discorso totalmente diverso per le gare a difficoltà Esperto. Tenere il ritmo è quasi impossibile e non rasentando la perfezione finirete tra le ultime posizioni. Oltre alla modalità Grand Prix sono presenti sfide Time Trial (contro un tempo fatto registrare dagli sviluppatori) ed eventi singoli. Quest’ultima modalità si divide in Gare a checkpoint, Guardie e ladri (in cui scappare dalla polizia evitando di essere speronati) e Drive or Explode (in cui, rallentando, il veicolo viene disintegrato). E’ presenta anche la divertentissima modalità multiplayer locale, oltre che quella online, purtroppo piuttosto deserta.

Prima di gettarsi in gara, i videogiocatori sono chiamati a scegliere il proprio pilota preferito tra otto protagonisti, ognuno dei quali ha accesso a quattro automobili differenti (assolutamente non su licenza ufficiale), suddivise per nazionalità. Ad esempio, il britannico Aston può mettersi al volante di una lussureggiante Aston Martin DB7 o di un’iconica Jaguar E-Type, mentre la giapponese Keiko sale a bordo di una Nissan 240Z o di una Japanese Super Formula. Ogni vettura si differenzia per tre diversi parametri i quali influenzano (in modo non troppo drastico) la velocità massima, l’accelerazione e il drifting; il nostro consiglio è di approcciarsi ai campionati più difficili unicamente dopo aver trovato lo stile di guida a voi più adatto.

1 COMMENTO

  1. […] La modalità Barrel Barrage unisce la velocità di Hotshot Racing alle fiamme dei barili esplosivi. Lanciati dal retro di ogni veicolo, i barili esplodono al contatto con le auto dei concorrenti, infliggendo danni e rendendo ancora più pericolosa e adrenalinica la corsa verso la bandiera a scacchi. Il nuovo campionato Boss Level Grand Prix vanta ben quattro nuovi circuiti inediti ad alta velocità, ciascuno con panorami visivamente sorprendenti. Se questo DLC ha stuzzicato la vostra fantasia, non perdetevi la nostra recensione di Hotshot Racing. […]

Comments are closed.