Iron Crypticle – Recensione

Sviluppatore: Confused Pelican, Tikipod Publisher: Tikipod Piattaforma: PS4 Genere: Sparatutto Giocatori: 1-4 PEGI: 7 Prezzo: 9,99 €

Se ci domandassimo quale sia l’ambientazione ideale per sviluppare un twin-stick shooter, molto probabilmente la prima cosa che ci verrebbe in mente sarebbe un’ambientazione per lo più futuristica o qualcosa stile PixelJunk Shooter. Mai avremmo pensato di ambientarlo nel Medioevo, a causa di una certa incongruenza tra ambientazione e genere di videogioco. Eppure i ragazzi di Tikipod e Confused Pelican l’hanno fatto. Ecco a voi Iron Crypticle.

Salva i miei ortaggi

La storia è davvero semplice e rappresenta un pretesto per gettarci direttamente nell’azione. La principessa è sparita e i tesori di Criptonia sono stati rubati lasciando al loro posto un enorme voragine nella sala del trono e noi, nei panni di una guardia reale, dobbiamo esplorare i sotterranei del castello massacrando ondate di nemici.

Come accennato nell’introduzione, Iron Crypticle è un twin-stick shooter ma è anche un roguelike. Infatti in ognuno dei livelli proposti dovremo esplorare stanze che saranno completamente casuali e verremo sommersi da ondate di nemici con ognuno una propria peculiarità sia nei movimenti che nel pattern d’attacco. Noi dovremmo falciare tutti i nemici lanciando a raffica le nostre asce bipenni e, eliminato l’ultimo nemico, si apriranno le porte per procedere nelle stanze successive. Dovremmo a questo punto decidere quale percorso intraprendere e ogni livello avrà una mappa ramificata attraverso cui decidere la prossima destinazione, una volta liberata una stanza.

I tipi di stanze sono tanti e, a parte quelle tradizionali in cui dovremo eliminare i nemici, ce ne saranno di particolari come cimiteri, catacombe e stanze infestate che offriranno una sfida diversa sia per l’introduzione di nuove tipologie di nemico, sia per l’ambientazione molto più cupa. Ci sono anche stanze speciali quali quella in cui è possibile acquistare potenziamenti tramite un grazioso gatto commerciante e una stanza nella quale potremo giocare a un platform per guadagnare diversi vantaggi in-game.

iron crypticle

Non preoccuparti principessa, ti salvo io!

Iron Crypticle ha anche molti tratti che lo accomunano a un GdR: il potenziamento del nostro eroe, al contrario di quanto avviene negli altri giochi di ruolo uccidendo mostri, è legato all’incrementare il proprio punteggio tramite la raccolta dei collezionabili che si troveranno in casse del tesoro e che gli stessi nemici lasceranno cadere. Con l’aumentare del livello, salirà il numero delle vite del nostro eroe e la barra delle statistiche verrà incrementata.

Il potenziamento delle statistiche è molto particolare (a parte gli acquisti dal mercante) in quanto avviene solamente quando saremo in grado di mantenere una catena di otto collezionabili senza farci colpire dai nemici, pena l’annullamento della catena e la possibilità di potenziare i parametri del nostro eroe, che per la cronaca si suddividono in forza, velocità, rateo di attacco e durata delle armi speciali.

Ancora azione?

Iron Crypticle è altamente rigiocabile, anzi è quasi d’obbligo rigiocarlo più volte. Infatti, come avviene per molti roguelike, alla morte del nostro eroe segue il game over definitivo e saremo costretti a ricominciare tutto da capo. Il lato positivo è che, a ogni morte, sbloccheremo armi speciali che potremo raccogliere durante il nostro avanzamento nei livelli; queste hanno una durata limitata ma un potere d’attacco devastante. Tra di loro troveremo il lanciafiamme, le stelle ninja, la balestra e tante altre, addirittura un anacronistico lanciarazzi.

Non è tutto: terminato il gioco per la prima volta, si sbloccherà il New Game + in cui si potranno giocare due livelli aggiuntivi con due nuovi boss, tra cui il vero boss finale. Tutto questo rende questa piccola perla una droga che difficilmente farà annoiare l’utente, e anche le continue morti non renderanno mai monotono o frustante il titolo proposto dai ragazzi di Tikipod.

iron crypticleI quattro cavalieri dello zod… ah, no

Se non basta il divertimento offerto in singolo, gli sviluppatori hanno pensato anche a una modalità cooperativa in locale fino a quattro giocatori. Il titolo è stato provato dal sottoscritto con due giocatori e posso dire che il coinvolgimento aumenta in maniera esponenziale, perché il poter comunicare con il proprio compagno e la possibilità di organizzarsi per sconfiggere i nemici rendono il tutto molto entusiasmante. Sarebbe stato utile poter anche prevedere uno sviluppo per giocare in cooperativa online, per il semplice motivo che non tutti i videogiocatori possiedono quattro controller con cui giocare e una modalità online non avrebbe rovinato per nulla l’esperienza cooperativa.

Per quanto riguarda l’aspetto visivo e sonoro, beh, per quanto riguarda il primo, probabilmente vi sarete fatti un’idea chiarissima dando un’occhiata alle immagini e ai video presenti nell’articolo. Iron Crypticle è un omaggio all’era dei 16 bit. L’effettistica audio è pregevole, con rumori diversi a caratterizzare mostri e armi, e una (un po’ troppo ripetitiva) colonna sonora tendente all’horror chiude il quadro.

Trofeisticamente parlando: uccidi tutto, ai trofei ci pensi dopo

Iron Crypticle ci mostra un buon assortimento di coppe oro, argento e bronzo tra cui il tanto bramato Platino; la lista, come sempre, la potete visualizzare sul nostro forum. I trofei di Iron Crypticle non sono per nulla complicati, la maggior parte saranno acquisiti solo giocando; sarà necessario terminare il gioco due volte, compresa la modalità New Game +, e fortunatamente non sarà richiesto completare il gioco a una particolare difficoltà. Trofei che richiederanno più tempo del previsto sono quelli in cui si richiede di terminare almeno il primo livello alla massima difficoltà (per niente una passeggiata) ed eliminare i boss con determinati vincoli che difficilmente sbloccherete solo giocando. Superate queste difficoltà potrete vantare in bacheca un Platino di tutto rispetto.

VERDETTO

Iron Cryticle è davvero un'ottima perla indie, che regalerà diverse ore di gioco a un prezzo accessibile. Ci sono davvero tante opzioni di gioco che aumentano a dismisura la rigiocabilità, l'azione è frenetica ma mai noiosa, i minigiochi e i livelli speciali sono davvero un'ottima aggiunta. La possibilità di giocare in cooperativa locale fino a quattro giocatori moltiplica tutti gli aspetti appena descritti, unica pecca è la mancanza di una cooperativa online che sarebbe risultata molto più indicata di quella offline.

Guida ai Voti

Vincenzo Ficetola
Salernitano DOC, romano per adozione, lavora nell'ambito della formazione e consulenza inquinando il mondo imprenditoriale con le sue idee. Appassionato di videogiochi già in tenera età, si diletta a mipiacciare, cinguettare e scrivere dove gli capita, anche sui muri.