Sviluppatore: moi rai games Publisher: Team17 Piattaforma: PS4 Genere: Gioco di Ruolo Giocatori: 1 (Online: 1-2) PEGI: 7 Prezzo: 19,99 €

Nel Santuario, gli esseri umani, grazie all’aiuto dei Custodi dei Mostri, erano in grado di vivere in armonia con tutte le diverse razze. Questo fino a quando degli avvenimenti non cominciarono a minare l’incolumità di tutte le specie. Noi, insieme ad altri tre ragazzi, come più recenti discendenti dei Custodi dei Mostri, siamo tenuti a riportare l’equilibrio nel mondo, crescendo come Custodi e aumentando di rango con il passare degli scontri.

monster sanctuary

Cos’è Monster Sacntuary?

Monster Sanctuary è un misto tra monster catcher, metroidvania e gioco di ruolo con combattimento a turni, ispirato al ben più famoso Pokémon. Il videogioco comincia con il farci scegliere il mostro con cui vogliamo condividere la nostra avventura e durante il corso della stessa ci imbatteremo e combatteremo contro altri mostri. Per poter entrare “in possesso” di ulteriori compagni è necessario sconfiggerli; al termine di uno scontro tre contro tre, otterremo una valutazione in stelle. Più alta è la valutazione, più probabilità ci sono di ottenere l’uovo di uno dei mostri sconfitti, ma non finisce qui.

Quel mostro ha del talento da vendere

Come in tutti i giochi di ruolo c’è un sistema di abilità. Quello di Monster Sanctuary è decisamente ben fatto e profondo. Ogni mostro ha un suo albero dei talenti e di abilità passive che si possono apprendere, con almeno sessanta abilità diverse tra cui potremo scegliere. E’ decisamente importante cercare un team sinergico poiché con il passare delle ore il videogioco diventerà davvero complicato e, se pensiamo di trovarci dinanzi a un videogioco Pokémon dove è possibile far avanzare di livello solo una creatura e sbaragliare la concorrenza, qui non sarà così. I livelli dei nemici nel momento in cui si entra in una nuova zona saranno pari al nostro, per avere scontri sempre bilanciati.

monster sanctuary

La sinergia è tutto

Gli scontri avvengono sempre tre contro tre e noi potremo scegliere il team anche in base ai nemici che stiamo per andare ad affrontare. Questo perché le debolezze e le resistenze dei nemici sono visibili prima della scelta del team, così da poterci adeguare all’imminente scontro. Scelta la squadra, partirà un combattimento a turni vecchio stile, dove saremo sempre noi a fare le prime tre mosse contemporaneamente, poi toccherà ai nemici e così via. Tuttavia, nei meandri del Santuario, si nascondono mostri molto più potenti che saranno in grado di tenerci testa nonostante siano soli. Diversi saranno gli scontri contro altri esseri umani, dove dovremo utilizzare il nostro team al completo in una battaglia sei contro sei.

La componente esplorativa

I nostri mostri non si renderanno utili soltanto negli scontri, ma saranno fondamentali anche nella componente esplorativa. Ogni mostro possiede una determinata abilità da poter utilizzare all’interno del Santuario, che sia spostare massi per permetterci di proseguire l’avventura o volare su una piattaforma. Anche noi avremo a disposizione alcune abilità, come il doppio salto. Una volta ottenute le scarpe adatte, sia chiaro. Con una mappa stile Castlevania-Metroid e degli enigmi da risolvere e tanti segreti da scoprire, la componente esplorativa è decisamente valida.