Sviluppatore: Team Ninja Publisher: Sony Interactive Entertainment Piattaforma: PS4 Genere: Action RPG Giocatori: 1 (Online: 1-2) PEGI: 18 Prezzo: 69,99 €

Nioh 2 è un action RPG che prende in prestito le basi tecniche dal suo predecessore e, pur non discostandosi molto da esso, tenta di migliorarle e rinnovarle in una veste unica, fallendo in parte nel tentativo. Spostandoci sulla trama, invece, notiamo che Nioh 2 si pone come prequel rispetto al primo capitolo, fornendo dunque basi storiche e una maggior comprensione degli avvenimenti di Nioh. Una piccola premessa che mi sento di farvi è che le immagini che vedrete nella recensione (effettuata su una PlayStation 4 vecchio modello) fanno riferimento alla prima metà del gioco. Questo volutamente, per non rischiare di fare spoiler importanti. Adesso districhiamoci insieme fra le orde di demoni e svisceriamo tutte le peculiarità del titolo targato Team Ninja.

Nioh 2

Fino alla punta dei capelli… letteralmente

Mi sono sentito di dedicare un paragrafo a parte all’incipit del gioco e alla tanto amata personalizzazione del personaggio. Esatto, in Nioh 2 potremo, finalmente, costruire e modellare il nostro protagonista grazie a un menù di customizzazione di ultimissima generazione. In questo modo potremo definire qualsiasi curva, spigolo e rientranza delle fattezze del viso del nostro personaggio e curarne ogni dettaglio, letteralmente fino alla punta dei capelli. Inoltre è presente la possibilità di personalizzare perfino le tre forme Yōkai che potremo assumere durante l’avventura.

Altra menzione di merito va fatta per il tutorial, che in questo capitolo è stato curato in modo massiccio rispetto al primo Nioh, in cui il buon William veniva gettato direttamente nella mischia. Avremo la possibilità di provare tutti i tipi di armi presenti nel gioco (molte vecchie conoscenze e qualche nuova sorpresa) e scegliere con quali di esse iniziare la nostra avventura. Non solo, avremo anche modo di scegliere quale forma Yōkai adottare per prima e il nostro primo Spirito Guardiano. Indi per cui: complimenti! Finalmente un tutorial come si deve.

Nioh 2

L’ABC del periodo Sengoku

Nioh 2 affonda prepotentemente le sue radici nella storia del Giappone, precisamente nel tardo 1500, durante il periodo Sengoku, uno dei più sanguinosi e violenti che la Terra del Sol levante ricordi, rivisitato in chiave folkloristica. Impersoneremo Hide, un essere dalle fattezze umane e dal passato oscuro, metà umano e metà Yōkai, un cosiddetto “metamorfo”. Di lui sappiamo solo che da bambino ha assistito all’uccisione della madre Yōkai da parte di una figura misteriosa e che, prima di essere colpito a sua volta, riceve un pugnale fatto di pietre dello spirito. Un frammento di una leggendaria spada, dalla madre morente; qui finisce il flashback sul passato del protagonista.

Hide si dimostra essere un abile cacciatore di Yōkai e fa di ciò la sua ragione di vita fino a quando non riceve una lettera nella propria capanna in mezzo alla foresta. Gli viene chiesto di salvare un villaggio infestato dai demoni del folklore giapponese ed è proprio alla fine di questa prima missione che faremo la conoscenza di Tokichiro, detto “la Scimmia”. Il legame che Hide svilupperà con Tokichiro lo porterà a diventare partecipe degli avvenimenti forse più importanti dell’era Sengoku, e a conoscere personalità estremamente influenti. Infatti il protagonista e la Scimmia prenderanno presto servizio presso Oda Nobunaga, nel pieno della sua campagna di conquista del Giappone, rendendosi protagonisti in prima linea e aiutandolo dalla sua ascesa, fino alla sua caduta.

1
2
3
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
8/10
Articolo precedenteDeliver Us The Moon, online un nuovo trailer
Prossimo articoloPubblicata un’immagine di Star Wars 1313, il gioco mai nato di LucasArts
Valerio Domenici
Instancabile videogiocatore sin dalla più tenera età, non ha mai smesso di coltivare la propria passione. Detesta i giochi sportivi e si narra che stia ancora cercando l'ultimo collezionabile in Hyper Light Drifter...