Sviluppatore: Hoodoo Bear Publisher: Victory Road Piattaforma: PS4 Genere: Platform Giocatori: 1 PEGI: 3 Prezzo: 6,99 €

Le avventure di Oliver negli anni Ottanta

Oliver’s Adventures in the Fairyland, per gli amanti del retrò, potrebbe risultare, almeno inizialmente, una manna dal cielo a livello grafico. Molto probabilmente a causa del basso budget e dello stile artistico concepito a pixel, le stanze del dungeon, però, non si differenziano molto l’una dalle altre, se non per qualche trappola ambientale che non ne modifica il gameplay. Lo stesso discorso può essere fatto anche con i nemici comuni, poco dettagliati e semplici da evitare con il loro movimento lento e facilmente calcolabile. Quando, però, ci si focalizza sulla colonna sonora, la musica, appunto, cambia totalmente. Il lavoro eseguito sulle note che fungono da sottofondo alle avventure di Oliver è ottimo, poiché esse si abbinano alla perfezione sia allo stile grafico che al genere videoludico.

Oliver’s Adventures in the Fairyland

Meglio essere un semplice adolescente o una divinità?

Per quanto riguarda il livello di difficoltà, a discapito di qualche problematica iniziale di poco conto con il salto di Oliver, l’avventura si pone su una linea che tende al facile, soprattutto quando si riesce ad aumentare la propria salute massima con i cuori disseminati lungo il dungeon. Gli unici ostacoli che potrebbero creare grattacapi ai videogiocatori sono i due boss, da affrontare una volta ottenute tutte le abilità e dopo aver portato la vitalità del protagonista al massimo. Infine, potrebbe anche risultare frustrante il continuo backtracking, sorretto scarsamente da punti di salvataggio che si trovano molto distanti tra loro e che costringono, a volte, la ripetizione di passeggiate noiose lungo i corridoi del labirinto.

Per portare a termine la raccolta dei tesori del re ci vorranno all’incirca tre ore, una durata piuttosto breve se si considera che il titolo si basa sull’esplorazione. Per chi volesse riaffrontare l’avventura in meno di mezz’ora, è disponibile la modalità God, un cheat che offre una duplice opzione: rendere Oliver totalmente invulnerabile e sbloccare fin dall’inizio tutte le sue abilità.

Trofeisticamente parlando: molto meglio essere una divinità

Oliver’s Adventures in the Fairyland ha nella sua lista un totale di ventidue trofei, tutti ottenibili semplicemente completando l’avventura e ottenendo tutte le abilità e ogni tesoro scomparso dal palazzo del re. Per conseguire il trofeo di Platino più celermente, è consigliabile utilizzare la modalità God, che permette di ottenere tutte le coppe metalliche in circa mezz’ora.

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
5/10
Articolo precedenteMass Effect Legendary Edition, uscita confermata a marzo?
Prossimo articoloIndiana Jones è la bomba sganciata da Bethesda
Avatar
Avvicinatosi per la prima volta al mondo PlayStation con l'intramontabile Fifa 2000, il non più giovane Paschal ha ampliato i suoi interessi, spostando la sua attenzione verso molti altri generi videoludici. Tra i suoi preferiti possiamo trovare i platform, gli action ed i GDR. Solamente negli ultimi anni ha dedicato ogni briciolo della sua forza vitale a quasi tutti i videogiochi che potessero anche solo lontanamente assomigliare ad un ''Soulslike''.

Facci sapere come la pensi. Per noi è importante.