Sviluppatore: Spike Chunsoft Publisher: Bandai Namco Piattaforma: PS4 Genere: Picchiaduro Giocatori: 1-2 (Online: 1-2) PEGI: 12 Prezzo: 69,99 €

Di tie-in dedicati alle più disparate serie animate ne abbiamo visti a bizzeffe e, proprio come le ciambelle, non tutti riescono con il buco. Oltre infatti ai titoli dedicati al mondo di Naruto e al gruppo di Guerrieri Z di Dragon Ball, nell’ultimo periodo abbiamo visto sempre più trasposizioni mediocri come JUMP Force o il primo capitolo che vede come protagonisti i giovani eroi della U.A. in My Hero One’s Justice; a questi, ve lo diciamo fin dall’inizio, si aggrega anche One Punch Man: A Hero Nobody Knows, tie-in dell’omonima serie di successo anime e manga che nasce inizialmente come webcomic dalla penna di ONE e successivamente serializzata grazie alle spettacolari tavole di Yūsuke Murata. Questa vede le gesta dell’eroe più forte dell’universo, Saitama, che, dopo un duro (ma neanche tanto) allenamento perde i capelli ma in cambio riceve una forza senza pari, capace di distruggere qualsiasi nemico con un solo pugno.

One Punch Man: A Hero Nobody Knows

Colpo Mortale: Serie Seria: PUGNO SERIO!

Per chi non conoscesse l’opera originale, One Punch Man, e in particolare il personaggio di Saitama, nascono in netta contrapposizione a tutti gli shōnen del momento dove il belloccio protagonista, di volta in volta, deve battere nemici sempre più forti. La particolarità di Saitama, invece, è quella di aver ottenuto una forza senza pari grazie al duro allenamento, e nessun nemico è in grado di tenergli testa, nemmeno il conquistatore di mondi lord Boros, senza dubbio il personaggio più forte affrontato dal protagonista, capace di distruggere un pianeta con un singolo attacco. Quello che distingue l’opera dalla massa, oltre alla forte ironia che permea all’interno di ogni pagina, è quindi la depressione che Saitama deve affrontare ogni giorno a causa della sua forza, dato che non esiste un qualsivoglia modo per fargli provare l’ebrezza di una vittoria per il rotto della cuffia e non esiste essere capace anche solo di ferirlo.

Vi starete quindi chiedendo come sia possibile sviluppare un videogioco con un protagonista pressoché invincibile, beh… semplice, dandovi la possibilità di creare un vostro avatar e farlo combattere al posto di Saitama.

One Punch Man: A Hero Nobody Knows

One Punch Man: A Hero Nobody Knows segue infatti tutto il primo arco narrativo della serie animata ma, dato che Saitama è sempre l’ultimo ad arrivare sul posto quando c’è qualche calamità in corso, sarà il nostro avatar a sfruttare il tempo a disposizione e affrontare gli esseri misteriosi prima dell’arrivo del nostro implacabile protagonista.

Per quanto la storia segua di pari passo l’intero arco narrativo, che si conclude con la sconfitta del conquistatore planetario Boros, tutti gli scontri risultano fin troppo sbrigativi, senza un minimo di dialogo o di trama di sottofondo. Non ci ritroveremo mai ad affrontare i vari sottoposti del Re degli Abissi, così come non affronteremo mai gli sgherri di lord Boros, il cui combattimento si concluderà con un semplice pugno, eliminando di netto tutta la spettacolarità delle animazioni che contraddistinguevano la prima stagione animata.

1
2
3
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
6/10
Articolo precedenteSilent Hill, Sony e Konami stringono un’alleanza per ridare vita alla serie?
Prossimo articoloFinal Fantasy VII Remake, svelati tre temi dinamici per PlayStation 4
Nicola Raiola
All'interno del mondo del Bit fin dal suo stato embrionale di UPSBlogit. Ha iniziato a giocare alla tenera età di quattro anni. Appassionato a ogni genere videoludico segue con passione, oltre ai videogame, anche film, anime e manga. Questo, purtroppo, è causa della sua instabilità mentale.

1 COMMENTO

Comments are closed.