Sviluppatore: Ghost Town Games Publisher: Team17 Piattaforma: PS4 Genere: Party Giocatori: 1-4 (Online: 2-4) PEGI: 3 Prezzo: 5,49 €

Tra un aggiornamento gratuito e l’altro (si pensi a quello natalizio, a quello dedicato al capodanno cinese e, infine, a quello in arrivo a breve, che ci porterà in campeggio), capita anche che quei ragazzacci di Ghost Town Games rilascino, per il loro Overcooked 2, qualche contenuto a pagamento. E’ il caso di Surf and Turf, espansione dell’ottimo party game pubblicato da Team17.

Kevin al mare

Sebbene manchi ancora qualche tempo a spiagge, ombrelloni e giornate intere buttate in mezzo a una informe poltiglia umana arenata in acque pisciate dal prossimo, grazie a Surf ‘n’ Turf potremo bruciare i tempi. Come da tradizione per il gioco, un nuovo contenuto scaricabile equivale a inedite ricette, pazzi cuochi da selezionare (un esotico pappagallo, un isolano e pure una vecchia conoscenza dal primo capitolo) e cucine mai viste prima, capaci di metterci in difficoltà con metodi sempre rinnovati. Il setting, come detto, questa volta è particolarmente vacanziero, visto che il maldestro re Cipolla e Kevin sono finiti in esilio dal regno per qualche pasticcio di troppo combinato a corte (il fattaccio dei panigoldi vi ricorda niente?).

Eccoci quindi alle prese, oltre che con un paio di nuovo livelli della modalità Scontro, con più di una decina di livelli aggiuntivi (anche di Kevin) della modalità Storia, un pelino più tosti e complessi di quelli che potete scaricare gratuitamente con i codici aggiornamenti stagionali. Non per niente, alcuni sono a pagamento, altri no. Come sempre un plauso va al level design e al character design della nuova offerta. Gli sviluppatori, da questo punto di vista, non sbagliano un colpo. Interessante, in particolare, l’introduzione della pistola ad acqua, che permette nuove varianti a distanza nell’ambito della complessa arte del lavaggio piatti e dello spegnimento delle fiamme.

Per il resto, le nuove ricette, spiedini di kebab (in spiaggia?) e frullati, non introducono nulla di nuovo. Cambiano gli ingredienti, cambiano i mezzi con cui prepararli (segnaliamo il frullatore, indispensabile, ma anche il soffietto per il barbecue, indispensabile per alimentare la fiamma), ma la sostanza rimane quella. Nessuna nuova aggiunta, in questo senso, per quello che è corrisponde alla ormai abusata definizione di “more of the same”. Ma di questo si tratta, nel caso di Surf ‘n’ Turf.

Badate bene: se stavate cercando solo un pretesto per tornare dalle parti delle pentole e dei disastri culinari, tra fiamme e piatti buttati al vento, di Overcooked 2, l’acquisto è consigliato. Il rovescio della medaglia e che gli sviluppatori non hanno osato in alcun modo, pur confezionando una buona espansione, e se non siete fan di Kevin e soci, di sicuro non lo diventerete ora. Al massimo, la giusta obiezione potrebbe essere: come fate a non essere fan di Kevin e soci?

Inutile soffermarsi sull’aspetto visivo di Surf ‘n’ Turf, uguale in tutto e per tutto, come qualità, al gioco base. Non siamo di fronte a qualcosa capace di stupire l’occhio del videogiocatore più navigato, ma comunque il tutto risulta compensato da uno stile sempre piacevole e colorato. Un plauso va, invece, alla colonna sonora. Ghost Town Games, pur mantenendo il jingle canonico, riesce sempre a riadattarlo e a plasmarlo ex novo per i più svariati contesti. Bravi.

Trofeisticamente parlando: sotto il sole di Riccione

Il discorso relativo ai trofei di Surf ‘n’ Turf è quasi analogo a quello fatto per il gioco. Le nuove coppe da conquistare ricalcano quanto già visto in precedenza, con tante stelle da ottenere e alcune azioni in-game da compiere qualche centinaio di volte (con la pistola ad acqua e il soffietto).