Sviluppatore: Atlus Publisher: SEGA Piattaforma: PS4 Genere: Action RPG Giocatori: 1 PEGI: 16 Prezzo: 59,99 €

Persona 5 è stato uno dei migliori giochi di ruolo della passata generazione. Completo, gigantesco, divertente. Non si sono viste sbavature negli sviluppi e durante tutto l’arco narrativo della storia principale. Il finale ha lasciato delle pagine bianche a fondo di un libro non ancora completo, come se ci fosse ancora spazio per altre storie ancora da raccontare. E così è stato.

Persona 5 Strikers è il sequel che i fan stavano attendendo, ma che probabilmente non si aspettavano, con molte novità e tante differenze rispetto al predecessore. Poteva essere un flop, ma i ragazzi di Atlus, Koei Tecmo e Omega Force hanno saputo gestire magistralmente questo cambio di genere e hanno dato vita a un action JRPG con alcuni difetti, però complessivamente meraviglioso.

Persona 5 Strikers Ritrovo

Di nuovo insieme

A distanza di sei mesi dalla separazione dei ragazzi alla fine dell’anno scolastico e dalle vicende raccontate in Persona 5, Joker e il gruppo dei Ladri Fantasma di Cuori si sono riuniti per godersi le meritate vacanze estive. L’unico obiettivo è stare insieme e divertirsi, proprio come dei ragazzi a cavallo tra scuole superiori e università dovrebbero fare. Tuttavia, il crimine non va mai in vacanza e per gli otto eroi è l’ora di tornare in azione. Questa volta i Ladri Fantasma non combatteranno solo a Tokyo, bensì in alcune delle più importanti città del Giappone alla guida della nuova base mobile: il camper Phantomobile.

Niente è simile a ciò che è avvenuto in passato. Se prima i Palazzi erano raggiungibili solamente nelle vicinanze di un luogo specifico, adesso le Prigioni, il nuovo nome dei dungeon in questo capitolo, sono accessibili grazie alla misteriosa intelligenza artificiale EMMA. Sotto forma di applicazione per cellulari, questa IA verrà usata dai ragazzi per raggiungere e sconfiggere i malvagi e oscuri Monarchi, ovvero i capi delle Prigioni.

Persona 5 Strikers Prigione Sendai

Ad aggiungersi al gruppo dei Ladri Fantasma ci sarà Sophie, definitasi come “l’amica dell’umanità”. Questa ragazza, in carne e ossa solo nel Metaverso, è anch’essa una intelligenza artificiale che diventerà, fin da subito, parte integrante dei Ladri Fantasma e comincerà il suo percorso alla scoperta di un cuore umano, sentimentalmente parlando. Oltre a Sophie, faranno la loro apparizione altri due protagonisti: Zenkichi, un losco investigatore, e Ichinose, gentile e solare scienziata ricercatrice.

Pieno di insidie e con colpi di scena al limite dell’incredibile, il viaggio sarà un percorso che i ragazzi difficilmente si scorderanno. La profondità della trama principale e dei temi toccati rende questo titolo molto emozionante, in grado di raccontare e gestire complessi problemi sociali attuali, per citarne alcuni la dipendenza dai social network e la violenza minorile, con estrema cura e attenzione, senza risultare banale o pesante. Sarà una breve, ma intensa, esperienza nel mondo cognitivo per salvare la popolazione da un grandissimo male che ruba i Desideri delle persone e risolvere, ancora una volta, i guai commessi da inconsapevoli malvagi.

1
2
3
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
8/10
Articolo precedenteCyberpunk 2077: un leak svela dieci DLC gratuiti e tre grosse espansioni
Prossimo articoloTony Hawk’s Pro Skater 1 + 2, i remake arrivano su PlayStation 5
Avatar
Appassionato di videogiochi di nuova generazione e collezionista di giochi retrò che hanno fatto di PlayStation il prodotto d'eccellenza che conosciamo oggi. Sono un nerd a 360 gradi: oltre ai videogiochi, apprezzo tutto ciò che è arte per gli occhi. Adoro guardare anime preferibilmente in giapponese, leggere manga di ogni genere, amante del cinema cult e fanatico della fotografia.