Sviluppatore: PikPok Publisher: Tru Blu Entertainment Piattaforma: PS4 Genere: Sport Giocatori: 1 (Online: 2-8) PEGI: 12 Prezzo: 34,99 €

Sono nato e cresciuto in una città di provincia a forte vocazione sportiva e ammetto di aver sempre saputo dell’esistenza di un ippodromo ai margini del territorio comunale ma, come è normale che sia per un appassionato di motori e non di cavalli, di non averne mai varcato la soglia e non aver scoperto le peculiarità e il suo fitto mondo popolato da fantini, scommettitori, allevatori e, ovviamente, splendidi stalloni da corsa. Ma non tutto è perduto e ho saputo farmi perdonare provando per voi Phar Lap – Horse Racing Challenge. Ecco la recensione.

phar lap horse racing

Tutti sui blocchi di partenza

Phar Lap – Horse Racing Challenge è un titolo sviluppato da PikPok e pubblicato da Tru Blu Entertainment dedicato all’ippica, in cui il cavallo viene fatto correre in corse i cui protagonisti sono i purosangue che vengono allevati e allenati al solo fine di primeggiare nelle gare di velocità. Scordate quindi calessi, trotto e altre specialità meno note, qui si va solamente al galoppo in sella al proprio destriero. Una volta avviato il gioco, verremo posti di fronte alle modalità in cui è strutturato: sarà disponibile una modalità storia, in cui verremo introdotti nel mondo dell’ippica da un amico di famiglia; avremo poi la gara rapida in cui potremo prendere parte all’azione nel minor tempo possibile, senza troppe decisioni da prendere oltre a cavallo e pista; ci saranno poi la modalità online, per competere in rete, la modalità Scommessa, per simulare o vedere delle gare e divertirsi con gli amici in locale a puntare su chi vincerà, e infine l’editor dei cavalli, per poterli creare prima e caricare o scaricare online poi.

From zero to hero

La modalità più interessante e che dà maggiore profondità è sicuramente la storia, in cui creeremo il nostro alter ego mediante un editor con una buona varietà di scelte e ci troveremo a competere in prima persona e a gestire, collaborando con una allevatrice, un allenatore e un veterano delle corse, il nostro ranch, diviso in tre parti: magazzino, allevamento e campo di allenamento.

phar lap horse racing

Il magazzino ha due funzioni: la prima è quella di ospitare gli oggetti necessari al potenziamento delle strutture, la seconda è quella di contenere i materiali necessari per allenare i purosangue. L’allevamento serve essenzialmente per poter avere il luogo per far riposare i cavalli e, aspetto di notevole impatto, per poterli fare riprodurre in maniera che, incrociando ottimi esemplari, si possano ottenere cavalli ancora migliori. La terza parte, cioè il campo di allenamento, è autoesplicativa: qui potremo sostanzialmente potenziare i nostri cavalli aumentandone le tre caratteristiche di velocità, accelerazione e scatto.

I soldi non fanno la felicità

E’ bene mettere in chiaro subito una caratteristica importante: in Phar Lap la gestione delle risorse economiche è fondamentale, anche più dell’abilità del saper correre. Avremo la possibilità di acquistare e vendere di tutto, dai cavalli alle attrezzature di sicurezza, dagli oggetti per allenare gli stalloni ai materiali per costruire pezzi aggiuntivi di ranch. Avremo inoltre una porzione della nostra fattoria che verrà affittata e questo genererà una entrata fissa ogni pochi minuti, un enorme aiuto specialmente agli inizi del gioco, in cui potremo non essere abbastanza bravi nel competere ma, semplicemente lasciando il gioco avviato, potremo guadagnare del denaro utile ad acquistare quello che è necessario a diventare più veloci. Il denaro sarà necessario per ogni minimo aspetto del gioco: comprare un cavallo, allenarlo, farlo accoppiare, potenziare ogni struttura, iscriversi a una gara, pagare un fantino (se lo si desidera) e, ovviamente, scommettere. Grazie alle scommesse potremo generare una entrata extra e velocizzare l’aumento dei nostri fondi a disposizione, potendo puntare sui nostri risultati.

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
7/10
Articolo precedenteFIA Rally Star: alla scoperta delle future star con WRC 9
Prossimo articoloOutriders, svelata la classe del Tecnomante
Avatar
Videogiocatore dalla fine degli anni '90, mi sono sempre dedicato ai racing game e ho ottenuto discreti risultati negli anni, ora mi diletto nella caccia ai trofei tra lavoro, famiglia e mille impegni personali.