Sviluppatore: Frontier Developments Publisher: Frontier Developments Piattaforma: PS4 (disponibile anche per PS5) Genere: Simulazione Giocatori: 1 PEGI: 3 Prezzo: 44,99 €

A quattro anni dalla sua uscita su PC, Planet Coaster sbarca anche su PlayStation 4 e PlayStation 5 con un’edizione rivista e adattata per console. Portare un gestionale da mouse e tastiera al pad non è mai una sfida facile, ma Frontier Developments è ormai celebre per la sua attenzione nella cura dei dettagli. Come è andato quindi il passaggio al DualShock (o al DualSense)? Qual è il pubblico a cui si rivolge Planet Coaster: Console Edition? Continuate nella lettura per scoprirlo!

Planet Coaster Console Edition

Manager in carriera

La prima modalità in cui ci siamo cimentati è la Carriera, partendo dallo scenario tutorial. Uno dei grandi pregi è proprio quello di avere un modo semplice, ma dettagliato e mai noioso, di spiegare le varie meccaniche di gameplay. Pur avendo una mole di contenuti enorme (se avete giocato Elite Dangerous, sapete di cosa parliamo), Planet Coaster ha un’ottima curva di apprendimento che, durante tutta la Carriera, ci svela nuove funzionalità.

L’avventura principale così non è mai ripetitiva e, con il passare delle ore, crea quasi dipendenza. Ogni scenario ci metterà davanti a diverse sfide che, una volta completate, faranno salire il nostro grado, permettendoci di accedere a livelli nuovi e sempre più difficili. Gli obiettivi sono sempre ben studiati e dalla difficoltà perfettamente bilanciata, con sfide che richiedono sia di affinare le tecniche già apprese che di sperimentarne di nuove.

Planet Coaster Console Edition

Non ci sono limiti di tempo negli scenari ma, soprattutto in quelli finali, sarà tutt’altro che scontato portare a termine tutti gli obiettivi richiesti. Completare tutti i livelli a disposizione non è assolutamente roba da poco, sia in termini di tempo che di impegno. Dovremo gestire parchi a tema risanando grossi debiti, costruendo su territori impervi, creando attrazioni che rispettano particolari requisiti, facendo attenzione ai dipendenti e a tanto altro ancora. Ogni scenario ha inoltre una sorta di trama, con la quale vengono contestualizzati gli obiettivi, raccontata di volta in volta dai vari personaggi del cast: dal nostro mentore alla patita dei social network, dal cervellone alla consulente finanziaria, tutti peraltro caratterizzati da un ottimo e piacevolissimo doppiaggio in italiano.

Oltre alla modalità Carriera, troverete le modalità Sandbox e Sfide, senza dimenticare il Frontier Workshop che approfondiremo però più avanti. Nella prima modalità potremo dare libero sfogo alla nostra fantasia, creando il parco perfetto senza avere limiti economici; nella seconda dovremo creare sì tutto da zero, ma con finanze limitate e sfide (simili a quelle della Carriera) che ci permetteranno, una volta completate, di accedere a sostanziosi bonus di denaro. Insomma, Planet Coaster è un titolo completissimo e longevo, capace di divertire e soddisfare davvero tutti, dai meno avvezzi al genere ai videogiocatori più esigenti.

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
9/10
Articolo precedenteCyberpunk 2077: due accuse legali contro CD Projekt RED, pronta a difendersi in tribunale
Prossimo articoloFinal Fantasy VII Remake: quando la seconda parte?
Gennaro Favatà
Detto anche Giovanni, dagli amici di Ubisoft. Newser, inviato, grafico e se sei fortunato lo trovi anche sul forum di PlayStationBit. Ama alla follia fumetti, cartoni animati, videogiochi e quanto di più colorato e nonsense ci sia, non disdegnando però generi più dark come l'horror e il noir. Inoltre, come ogni eroe che si rispetti, sa trattenere il fiato per dieci minuti.

1 COMMENTO

Comments are closed.