Sviluppatore: Pine Studio Publisher: Headup Games Piattaforma: PS4 Genere: Azione Giocatori: 1 PEGI: 16 Prezzo: 14,99 €

In un periodo storico in cui siamo abituati a giochi tripla A, grafica mozzafiato e trame avvincenti da far invidia ai migliori registi di Hollywood, talvolta spunta dalla foresta degli sviluppatori, prevalentemente indipendenti, un titolo che ci riporta indietro nel tempo, quando anche il gioco più ignorante, nel senso positivo del termine, e fine a sé stesso riusciva a farci passare interminabili ore appiccicati alla nostra TV a tubo catodico; certo, i tempi sono cambiati, ora abbiamo il 4K, la realtà virtuale e tanta altra roba, ma l’idea di Pine Studio e Headup Games è riuscita a prendere vita, nonostante tutto, con SEUM: Speedrunners from Hell.

Disposti a tutto per la birra!

Vestiremo i panni del più stereotipato dei metallari: rozzo, capellone e amante della birra. Durante una serata a base di birra e buon metal, il nostro protagonista si vedrà recapitare uno strano vinile che, non appena inserito nel giradischi, avrà il potere di evocare il diavolo in persona, che ruberà al nostro metallaro tutte le sue amate birre. Al nostro eroe non rimane che seguire il diavolo fino ai meandri più profondi dell’Inferno per riappropriarsi della sua amata bevanda, ma non senza essersi prima guadagnato la mano del diavolo mozzata durante la fuga di quest’ultimo. Una mano che scopriremo avere molti poteri nascosti.

Dopo la breve cutscene introduttiva in stile fumetto, saremo, sin da subito, catapultati nel gioco vero e proprio: una vera e propria discesa all’Inferno non solo per quanto concerne la tematica principale, ma anche per il giocatore stesso, che si troverà di fronte a un gioco che diventerà stage per stage sempre più frustrante data la complessità di ogni singolo livello. Ma andiamo con ordine.

Il giocatore dovrà scendere per ben dieci piani, ognuno di essi composto da dieci livelli, per un totale di ben centi livelli uno più complicato dell’altro. Il nostro scopo? Correre lungo i vari percorsi contornati da ostacoli, piccoli indovinelli e trappole aiutati dalla nostra mano demoniaca, capace di sparare palle di fuoco per distruggere muri e attivare meccanismi. Sarà inoltre necessario raccogliere, lungo i percorsi, delle sfere che ci consentiranno di assegnare nuovi poteri alla nostra mano, tra cui la sfera antigravitazionale che ci consentirà di levitare a mezz’aria per raggiungere spot altrimenti non raggiungibili e la sfera di teletrasporto che ci consentirà di… teletrasportarci nel punto in cui lanceremo la sfera.

Alla difficoltà relativa al percorso si aggiunge anche il cronometro: ogni singolo livello avrà un tempo massimo in cui sarà possibile raggiungere il traguardo, dopo il quale il giocatore sarà costretto a ripercorrere l’intero livello. Nonostante SEUM sia un gioco totalmente single player, contiene al suo interno una classifica nella quale sarà possibile vedere i giocatori che sono riusciti a terminare il livello attualmente in corso nel minor tempo possibile.

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
7/10
CONDIVIDI
Articolo precedenteDisponibile gratuitamente l’espansione Downfall di Absolver: i dettagli
Prossimo articoloFIFA 19: il Team Of The Week 2 disponibile dalle ore 19:00
Simone Pacucci
Diplomato in sistemi informativi aziendali, grande appassionato di videogiochi sin da quando ha iniziato a muovere i primi passi, iniziando dal vecchio ma amato NES. Sin dalla tenera età non si è mai limitato a vedere il videogioco solo come mezzo di intrattenimento: Ha sempre cercato di "spolpare" ogni opera videoludica che aveva tra le mani cogliendo a pieno ogni singola particolarità partendo dalla narrazione fino alle meccaniche finalizzate al gameplay. Il suo sogno nel cassetto? Diventare Game Designer