Steampunk Tower 2 – Recensione

Sviluppatore: DreamGate Publisher: Drageus Games Piattaforma: PS4 (disponibile anche per Mobile) Genere: Strategico Giocatori: 1 PEGI: 16 Prezzo: 9,99 €

Il genere dei tower defense è presente nel mondo dei videogiochi fin dagli anni Novanta. DreamGate tenta di unirsi al successo di titoli storici con il suo interessante Steampunk Tower 2, che abbiamo recensito per voi.

steampunk tower 2

Armate i cannoni

Dopo gli elogi raccolti con il primo capitolo, DreamGate si è messa al lavoro per creare Steampunk Tower 2, pubblicato nel corso del 2018 su PC e su dispositivi mobili. Il sempre maggiore numero di utenti appassionati di questo tower defense bidimensionale ha spinto il team a collaborare con Drageus Games per farlo arrivare su PlayStation 4 in una versione che abbandona le microtransazioni e punta su un gameplay solido e di semplice comprensione.

La trama non vincerà un premio Oscar per l’originalità ma è sicuramente funzionale alla natura mordi e fuggi tipica dei prodotti per smartphone e tablet. In un mondo alternativo steampunk si combatte da tempo immemore una battaglia contro un misterioso nemico, che è stato in grado di soggiogare tutta Europa. Tra le montagne della Spagna si nasconde però una base segreta, in cui lord Bingham sta cercando un modo per liberare il Vecchio Continente, aiutato da un abile comandante. Questo è interpretato dai giocatori; dovremo utilizzare una gigantesca nave volante che trasporta e gestisce la Torre di Battaglia, lo strumento che utilizzeremo per combattere, e una squadra di specialisti pronti a eseguire qualsiasi incarico speciale. Senza indugi lanciamo quindi la torre e prepariamoci a lottare per la libertà.

steampunk tower 2

Treni e torrette

Steampunk Tower 2 presenta un’unica modalità, nella quale affrontare la campagna principale composta da una serie di livelli di difficoltà crescente in cui combattere le truppe nemiche. L’interfaccia è simile a quella del famoso gioco da tavolo Risiko, con una plancia dell’Europa sbloccabile progressivamente con l’aumentare dei livelli in cui sono dislocate le missioni da affrontare e delle strutture che possono fornirci risorse.

Queste ultime sono fondamentali per gestire la parte manageriale, in cui il giocatore è chiamato a migliorare la propria base costruendo nuove strutture e rinnovando quelle esistenti, per accedere a diverse tipologie di potenziamenti e di torrette, elemento fondamentale. In ogni missione di Steampunk Tower 2 infatti una gigantesca torre con un numero fisso di spazi, ampliabile proseguendo nella campagna, verrà sganciata sul campo di battaglia. Ogni spazio potrà alloggiare una singola torretta da scegliere a inizio battaglia, che attaccherà automaticamente i nemici a portata con una tipologia di fuoco prestabilita. Si passa così dalle classiche mitragliette per arrivare a lancia-seghe, cannoni elettrificati e chi più ne ha più ne metta. Tutto questo per ostacolare le ondate di nemici che, in schemi bidimensionali, tenteranno di abbattere la torre e azzerarne la salute, causando la nostra sconfitta.

Più sono grossi…

Nonostante la presenza di una parte gestionale, la maggior parte del tempo su Steampunk Tower 2 i videogiocatori la passeranno in missione. Qui però l’interazione è ridotta al minimo dato che, a parte gestire la posizione e l’eventuale utilizzo di poteri speciali delle torrette, la battaglia si svolgerà in maniera pressoché automatica. Questa scelta si traduce in una difficoltà molto bassa per la quasi totalità delle sfide, eccezion fatta che per gli scontri con enormi boss in cui è necessaria una certa tattica. Niente di trascendentale, comunque, tanto che l’opera di DreamGate può tranquillamente essere definita adatta per i neofiti del genere che vogliono avvicinarsi al genere dei tower defense, mentre i puristi potrebbero storcere il naso e annoiarsi rapidamente.

All’infuori della possibilità di migliorare e potenziare le proprie torrette e inviare treni in varie sedi per raccogliere risorse, Steampunk Tower 2 non presenta elementi che diano variabilità al gameplay. Questo è una lunga serie di sfide da far proseguire a velocità doppia per raccogliere rapidamente risorse e arrivare al boss successivo, di cui è sufficiente capire il pattern d’attacco e agire di conseguenza. Unica variabile: una serie di tre attacchi speciali e di tre bonus acquistabili spendendo denaro, che potranno aiutare i giocatori nelle battaglie più lunghe o complicate. Anche la trama, che dovrebbe fare da collante tra le prove, si riduce rapidamente a un qualcosa da saltare per tornare a combattere, vista la sempre minore attrattiva in una narrazione fatta solo di dialoghi in inglese spesso stantii o ripetitivi.

steampunk tower 2

Immagini di guerra

A livello tecnico, Steampunk Tower 2 è un titolo che sorprende per qualità, dato che, nonostante un prezzo di vendita contenuto (e di conseguenza un budget probabilmente limitato per DreamGate), la grafica appaga gli occhi con effetti non certo esagerati ma funzionali e uno stile in generale minimalista ma ben progettato. La torre sarà l’elemento di spicco, colorata con una palette di marroni e rossi “molto steampunk”; stesso dicasi per il fondale in minima parte animato. Tutte le truppe nemiche saranno invece interamente nere – sagome simili a ombre che confluiranno verso il centro dello schermo in massa e che ben rappresentano le tematiche guerrafondaie di questo tower defense.

Anche il comparto audio, nonostante una generale ripetitività delle tracce, è d’impatto, soprattutto nelle prime fasi. Melodie molto evocative faranno da sfondo ai combattimenti, supportate dai variegati effetti delle armi e dai lamenti dei soldati caduti, lasciando poi spazio a musiche più distensive durante le fasi manageriali, in un buon mix che però soffrirà di una scarsa varietà. Ottima invece la longevità, che si attesterà su una decina di ore per la campagna principale, aumentabile affrontando una serie di missioni bonus e la modalità infinita, in cui dar prova delle proprie abilità gestionali.

Trofeisticamente parlando: torri e coppe

A dispetto del prezzo contenuto, la lista trofei di Steampunk Tower 2 offre una bella serie di coppe tra cui spicca anche uno scintillante Platino. Per ottenerlo sarà necessario completare la storia, tutte le missioni aggiuntive e una serie di sfide di miscellanea. Niente di complicato, comunque, soprattutto per chi mangia pane e tower defense tutti i giorni.

VERDETTO

Steampunk Tower 2 è un titolo interessante, che soffre però di un'eccessiva ripetitività e di una scarsa interazione del giocatore nelle battaglie. L'opera di DreamGate soffre della sua natura casual, adatta a partite mordi e fuggi su smartphone e tablet, con livelli rapidissimi in cui spesso è sufficiente aspettare che le torrette facciano il loro lavoro e dove l'abilità richiesta è davvero minima, salvo le battaglie con i boss. Nonostante questo, Steampunk Tower 2 è un titolo perfetto per chi volesse avvicinarsi in punta di piedi al mondo dei tower defense, dotato di uno stile intrigante che verrà apprezzato anche da chi non ama il genere steampunk. Se però cercate una certa profondità tattica, vi suggeriamo di rivolgere il vostro sguardo altrove.

Guida ai Voti

Stefano Bongiorno
Nato e cresciuto in cattività, il giovane Stefano è stato svezzato a latte in polvere e Nintendo, cosa che lo ha portato con gli anni a dover frequentare svariati osteopati a causa delle deformazioni alle mani causati dall'uso di pad rettangolari. Oggi ha una certa età e scrive per il Bit, non perché abbia una scelta, ma perché altrimenti il boss Dario lo fustiga con le copie invendute di Digimon All-Star Rumble. Nel tempo libero si dedica occasionalmente al suo lavoro di commesso di telefonia e soprattutto alla caccia al Platino, con scarsi risultati.