Sviluppatore: Compile Heart, Artisan Studios Publisher: Idea Factory International Piattaforma: PS4 Genere: Gioco di Ruolo Giocatori: 1 PEGI: 12 Prezzo: 49,99 €

Nonostante le sue caratteristiche prettamente nipponiche, la serie Hyperdimension Neptunia è stata capace nel corso degli anni di conquistare il cuore di molti giocatori occidentali. Capitolo dopo capitolo, senza dimenticare i vari spin-off, tutte queste opere dedicate alle avventure di Neptune e alle altre dee di Gameindustri hanno creato una vera e propria community, concentrata per lo più sulla capacità narrativa dei diversi episodi piuttosto che sulla profondità del gameplay. Ogni titolo riusciva, grazie all’abilità di scrittura dei ragazzi di Compile Heart, ad assottigliare sempre più il divario tra videogiocatore e le diverse eroine, raggiungendo livelli di empatia piuttosto elevati.

Dopo l’ottimo esperimento fatto con Cyberdimension Neptunia: 4 Goddesses Online, la serie aveva però bisogno di un cambio di stile. I ragazzi di Idea Factory e Compile Heart si sono quindi affidati, per la prima volta nella storia della saga, a un team occidentale: Artisan Studios. Questo gruppo di sviluppatori canadesi ha avuto “l’ingrato” compito di dar vita agli schizzi del grande Tsunako, l’artista storico della serie, andando così a creare un nuovo mondo passato misteriosamente dalle classiche tre dimensioni al 2D. Le premesse sembravano più che positive ma, una volta messe le mani sulla versione completa, possiamo veramente ritenerci soddisfatti?

Super Neptunia RPG

Una Gameindustri in 2D

Quello che fin da subito è riuscito a colpirci di questo Super Neptunia RPG è stata la sua capacità di essere, grazie ad alcune scelte narrative, sia un sequel che un vero e proprio reboot della serie. Come per il primo capitolo della saga, la nostra amata Neptune si risveglierà in una strana versione di Gameindustri, incapace di ricordare il suo passato a causa di una grave forma di amnesia. Da qui, con la classica ironia che da sempre caratterizza il brand, la nostra protagonista si farà travolgere dagli eventi, finendo inevitabilmente per trovarsi ancora nella situazione di dover salvare il suo amato mondo. Andando avanti nel suo viaggio, accanto a Neptune, troveranno anche posto le altre tre divinità di Gamindustri (Vert, Noire e Blanc) insieme ad alcune new entry come Artisan e Chrome.

Il colorato mondo di Gameindustri (rappresentazione allegorica della console war) non è più quello che ci ricordavamo. Le capitali di questa florida nazione, insieme a tutti i territori circostanti, sono stati riportati a un’età quasi primordiale, abbandonando le classiche tre dimensioni per abbracciare misteriosamente il 2D. Non potendo più fare affidamento sulle sue procaci protettrici, questo “piatto” mondo è finito nelle mani di una spietata organizzazione chiamata Bombix Mori. Questo gruppo di guerrieri, capeggiato dalla giovane Filyn, tiene sotto scacco l’intera popolazione, costringendola a pagare i tributi dovuti esclusivamente con lo sviluppo di giochi bidimensionali. Il 3D è abolito e qualunque forma di innovazione o qualunque impiego di nuove tecnologie viene severamente punito.

Super Neptunia RPG

Tra un doppio senso e l’altro, la nostra Neptune si troverà a dover mettere in ordine le cose, facendo affidamento esclusivamente su istinto e senso del dovere. Inizialmente, a causa della perdita della memoria, la protagonista non sarà in grado di riconoscere il male dal bene, finendo così per essere usata più volte dall’organizzazione per i propri scopi. Per fortuna questa fase durerà ben poco e, una volta raggiunta una maggiore consapevolezza, la potente dea inizierà la sua missione di liberazione.

Dal punto di vista narrativo, come del resto vale anche per gli altri capitoli della saga, questo Super Neptunia RPG non offrirà una trama troppo avvincente, ma saprà comunque tenervi incollati allo schermo grazie all’ottima caratterizzazione dei personaggi. La leggerezza con cui le eroine affronteranno ogni minaccia, insieme alle classiche scenette divertenti e autoironiche, rappresenta la parte più riuscita di questa produzione. Preparatevi inoltre a una forte dose di citazioni videoludiche.

1
2
3
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
7/10
Articolo precedenteeFootball PES 2020: guadagnate 25.000 GP con un sondaggio
Prossimo articoloCrash ci riprova con l’open world: Crash Bandicoot World presto annunciato?
Avatar
Ivan, tra studio e basket, riesce a ritagliarsi il suo angolo della giornata per immergersi nel magico mondo dei videogiochi. Gioca un po' di tutto ma i generi preferiti sono: gli shooter (TPS e FPS) e gli action (in particolar modo quelli con una forte componente stealth). Se gli date un controller... sogna!