Sviluppatore: ZeniMax Online Studios Publisher: Bethesda Softworks Piattaforma: PS4 Genere: Action RPG Giocatori: 1 (Online: 2-99) PEGI: 18 Prezzo: 39,99 €

Comparto grafico soddisfacente

The Elder Scrolls Online intrattiene molti giocatori da tutte le parti del mondo dalla bellezza di sei anni, ma con l’avvicinarsi della futura generazione di console e delle prossime piattaforme di gioco, il titolo inizia a sentire veramente il peso dello scorrere del tempo, affidandosi a un motore grafico che è stato già spinto al massimo. Queste problematiche non affliggono il gioco dal punto di vista del gameplay, visto che, come abbiamo spiegato, Greymoor porta con sé una ventata di aria fresca per spezzare la routine, ma piuttosto il comparto grafico, con cui si nota la differenza con altri titoli, anche online. Questo influisce molto spesso sull’immersione totale nella trama e su tutto ciò che circonda il giocatore, spezzando il clima di mistero che avvolge le ambientazioni.

the elder scrolls online greymoor

Tutto questo non riesce, però, a ridurre lo splendore dei freddissimi luoghi di Skyrim, ma soprattutto i labirintici sotterranei di Blackreach, che per l’occasione è stata resa visivamente molto più attraente e con una grafica variopinta, capace di creare un distacco dai castelli in stile gotico dei vampiri che popolano questo angolo di Tamriel. All’esterno di questa nuova area, invece, ci aspettano le tempeste di neve, molto frequenti. Queste daranno quel tocco in più che ci farà immergere nel cammino verso una missione o un luogo inesplorato. Intanto alcune delle località riconoscibili di Skyrim, come il villaggio sul fiume di Morthal e la città di Solitude, per alcuni risulteranno molto familiari, ma li ritroveremo leggermente modificati, come detto all’inizio della recensione, poiché ci ritroveremo in un arco temporale diverso.

Per quanto riguarda il sonoro, il tutto è ben gestito. Ogni singola creatura o mostro che incontreremo avrà un verso o una frase caratteristica; a volte questo ci potrà essere d’aiuto per capire anche da lontano a cosa stiamo per andare incontro. La colonna sonora, composta da alcuni nuovi brani, si incastra perfettamente con l’atmosfera dell’espansione, spronandoci a volte a fermarci un attimo per ascoltare la musica, goderci il momento e prendere un attimo di respiro dalla moltitudine di quest secondarie che affronteremo.

Trofeisticamente parlando: pochi ma buoni

Greymoor, per quanto possa essere vasta la mappa, presenta una trama composta da non più di venti ore di gioco e comprende solo sei trofei, di cui uno di bronzo, tre d’argento e due d’oro, ma, per gli appassionati della caccia al Platino, questa volta nessun premio li attende alla vetta. Nonostante i trofei siano pochi, non è detto che siano facili; preparatevi a macinare molte ore nelle terre di Skyrim poiché alcuni richiederanno di trovare tutti i diciannove strumenti sparsi per l’intero continente, mentre per altri dovremo sconfiggere tutti i boss presenti o semplicemente scoprire e affrontare le cosiddette tempeste.

1 COMMENTO

Facci sapere come la pensi. Per noi è importante.