Sviluppatore: Nihon Falcom Publisher: Marvelous Europe Piattaforma: PS4 Genere: Gioco di Ruolo Giocatori: 1 PEGI: 12 Prezzo: 39,99 €

Matematica, Economia aziendale, Latino… Quante ore avete passato, o state passando, studiando queste materie? Solo nominarle potrebbe farvi venire gli incubi, possiamo giurarci. Ma se invece di una normale scuola foste stati selezionati da un’accademia militare? Non stiamo parlando di Hogwarts ma della Thors Military Academy, che si occupa della formazione di giovani soldati ed è luogo principale degli eventi di The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel.

Il gioco sviluppato da Nihon Falcom è parte di una saga, partita con il nome di Dragon Slayer, che ha piantato le radici negli amanti dei giochi di ruolo giapponesi fin dagli anni Novanta e più nello specifico è il primo capitolo di una quadrilogia già disponibile in Giappone. Mentre i videogiocatori nipponici hanno già potuto godere quanto offerto da questa saga nella sua interezza, a noi poveri europei tocca accontentarci di una riedizione di un titolo uscito, nel nostro paese, nel 2016. Questa versione rivisitata appositamente per PlayStation 4 saprà offrire nuovi contenuti e migliorie tangibili?

Una classe leggendaria

The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel è ambientato nel continente di Zemuria e più precisamente nell’impero di Erebonia, nazione che eccelle per il suo livello militare. L’impero, tuttavia, sta attraversando un periodo buio per via di un conflitto interno originato dalla divisione societaria della popolazione. Questa lotta politica è nata dal tentativo del moto riformista, comandato dal cancelliere Osborne, di rafforzare il governo e di favorire il benessere dei cittadini; idea che, però, si è andata a scontrare con il tradizionalismo e le province create dalla fazione dei nobili, guidata dalle quattro grandi casate.

Per risolvere questo stallo la più grande scuola di Erebonia, la Thors Military Academy, ha aperto le iscrizioni a studenti di ogni classe sociale e provincia. Ciononostante, il sistema di gestione delle classi dell’accademia è ancora profondamente intrecciato nella cultura ereboniana e quest’idea non ha alleggerito minimamente le turbolenze. Gli studenti, infatti, sono stati divisi in base alla loro appartenenza sociale: i nobili, vestiti di bianco, vengono trattati in modo privilegiato sotto ogni aspetto, mentre i ragazzi nati da famiglie popolane, vestiti di verde, pur eccellendo, devono subire la loro presunta inferiorità.

Un nuovo anno accademico è alle porte e Rean Schwarzer  è pronto a iscriversi alla Thors e affrontare un nuovo capitolo della sua vita. Il diciassettenne, una volta arrivato nella città di Trista, nota però che la sua divisa scolastica color cremisi è diversa. Dopo il discorso del preside e la cerimonia d’ingresso, tutti i ragazzi vengono indirizzati verso le loro classi, eccetto nove adolescenti. I nove, scelti in base alle loro abilità, formano la misteriosa Classe VII; per la prima volta nella prestigiosa storia della Thors nasce una classe in cui il rango sociale non conta nulla. Una minaccia oscura incombe e Rean, Elliot, Alisa, Laura, Jusis, Machias, Fie, Emma e Gaius sono i prescelti che dovranno ergersi a difesa dell’Impero.

La trama di The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel è pervasa, oltre che da un ottimo spunto di riflessione per la situazione politica e razziale odierna, da forti valori, come ad esempio quello dell’amicizia e della sana rivalità. La Classe VII è composta da membri con personalità forti e spesso contrastanti tra loro, ma il senso della giustizia e dell’unione a favore di un obiettivo comune supererà ostacoli intrinseci nella natura stessa dei personaggi. A poco a poco scopriremo sempre più dettagli sulle storie personali dei nove ragazzi e non affezionarsi a loro è praticamente impossibile, dato che ognuno di essi saprà regalare emozioni ed esperienza uniche. Anche i numerosi personaggi secondari sono caratterizzati in maniera eccelsa, così come i villain che intralceranno il nostro cammino. Fidatevi, questo capitolo dell’eterna saga di The Legend of Heroes è ben più che un racconto scolastico e arriva a sfiorare livelli altissimi di narrazione, anche se in maniera lenta e costante.

1 COMMENTO

Comments are closed.