The Red Exile – Survival Horror – Recensione Speedrun

Sviluppatore: NipoBox Publisher: eastasiasoft Piattaforma: PS5 (disponibile anche su PS4) Genere: Horror Giocatori: 1 PEGI: 16 Prezzo: 4,99 € Italiano: Sottotitoli

I ragazzi di eastasiasoft e NipoBox hanno unito le forze per dare vita a The Red Exile – Survival Horror, un gioco che, come suggerisce il nome, fa parte del genere survival horror. Tuttavia, gli sviluppatori hanno voluto osare un po’ e aggiungere delle meccaniche roguelike al titolo. Saranno riusciti nella loro impresa? Scopritelo nella nostra recensione.

the red exile

Chi siamo? Cosa stiamo facendo?

The Red Exile – Survival Horror non ci dà alcun tipo di incipit per quanto riguarda la trama del gioco, dal momento che lo stesso ne è praticamente sprovvisto. Tutto ciò che abbiamo avuto la possibilità di apprendere durante il tempo che ci abbiamo messo per completare l’avventura (lo precisiamo subito, il gioco è molto corto e può essere completato anche in meno di un’ora) è che il nostro personaggio si ritrova inseguito dal nemico di turno e che il nostro compito è quello di compiere un rito. Fine, non si apprende null’altro dal punto di vista della trama.

the red exile

Candele e cerchi magici

Come abbiamo detto, il nostro compito è quello di portare a termine un rito, in modo tale da poter concludere il gioco. Ovviamente, la cosa non sarà così semplice perché il nemico di turno comandato dall’IA ci starà alle calcagna. Una volta che lo incontrerete, fuggire non sarà così semplice. Un colpo e la morte è istantanea. Di conseguenza, vi consigliamo di prestare molta attenzione. Inizialmente, sarà molto semplice evitarlo, ma man a mano che si proseguirà diventerà sempre più complesso.

Nel caso in cui moriate, trattandosi di un roguelike, ricomincerete il gioco dall’inizio e le mappe generate saranno diverse da quelle precedenti. Tuttavia, il vostro compito sarà sempre lo stesso: ritrovare nelle stanze delle candele che vi servono per portare a termine il rituale. E, oggettivamente, nulla più. Non ci sarà nient’altro da fare nel gioco, se non cercare di evitare il nemico e compiere quello che sembra essere il vostro destino.

the red exile

Trofeisticamente parlando: il platino di The Red Exile – Survival Horror

La lista trofei di The Red Exile – Survival Horror è composta da quattordici trofei, tra cui: un Platino, undici ori, un argento e un bronzo. Portarsi a casa questa nuova coppa di Platino non sarà un’impresa molto ardua, se siete bravi (e fortunati) potreste riuscirci anche in più o meno mezz’ora. I trofei sono tutti legati all’aprire porte, raccogliere candele, acquistare perks e visitare stanze, tutte azioni che farete per forza mentre giocherete.

VERDETTO

The Red Exile - Survival Horror cerca di combinare in un unico mix survival horror e roguelike, ma l'esperimento non è andato benissimo. La trama inesistente e un comparto tecnico non al passo con i tempi, unite a una brevissima durata, non ci hanno soddisfatto a tal punto da premiare il gioco con una sufficienza. Se siete amanti dei survival horror e dei roguelike, troverete sicuramente di meglio sul mercato. L'unica nota positiva, per i nostri lettori cacciatori di trofei, è che il Platino è semplice e veloce.

Guida ai Voti

Diana D'Estefano
Amante dei videogiochi fin dalla tenera età, ha una grande passione per tutto ciò che li riguarda. Sebbene preferisca giocare a giochi horror, thriller o di fantascienza, le piace principalmente ogni tipo di gioco. Quando non gioca, probabilmente ascolta musica metal o studia.