Sviluppatore: Team17 Publisher: Team17 Piattaforma: PS4 Genere: Avventura Giocatori: 1 (Online: 2-4) PEGI: 7 Prezzo: 24,99 €

Quando ci si ritrova naufraghi e sperduti su un’isola, non abbiamo altra alternativa se non quella di schiavizzare delle povere scimmiette e farle lavorare per noi. Se volete sapere come si fa e cosa possono fare per noi questi simpatici animaletti, leggete la nostra recensione di The Survivalists.

the survivalists

A volte ci son cose peggiori che un naufragio…

Gli sviluppatori di Team17 sono conosciuti per il genere survival grazie a The Escapist e hanno voluto rimanere nello stesso ambito dando vita a The Survivalists. All’inizio di questo videogame ci troveremo su un relitto galleggiante che lentamente sta andando alla deriva per finire sulla spiaggia di un’isola deserta. Non ci saranno altre persone in giro e dovremo trovare come sostentarci e sopravvivere in questo paradiso tropicale. Ben presto, però, scopriremo che questo luogo idilliaco è pieno d’insidie e pericoli, ma anche di opportunità e scimmie. Sì, le scimmie ricopriranno un ruolo fondamentale nell’ecosistema isolano e tra poco vi spiegheremo il perché.

Ma per ora parliamo del nostro personaggio. A inizio partita avremo la possibilità di personalizzarlo scegliendo diverse caratteristiche, tra cui i capelli, la stazza, il colore della pelle e altro ancora. Una volta creato nella forma che più ci aggrada, inizieremo a vagare per l’isola con l’obiettivo di trovare una fonte di sostentamento che, fortunatamente, non tarderà ad arrivare. L’unico parametro a cui dovremo stare attenti per mantenere in salute il nostro povero naufrago è proprio la fame, quindi prepariamoci a raccogliere bacche a volontà o creiamo un fuoco per cucinare deliziose pietanze. L’altra variabile del nostro personaggio è l’energia; questa si consumerà rapidamente intraprendendo varie azioni ma, altrettanto velocemente, la recupereremo stando semplicemente fermi.

the survivalists

Creiamo un mondo migliore

The Survivalists non ha una vera e propria trama, o meglio, è estremamente semplice: siamo naufragati su un’isola, dobbiamo trovare il modo di andarcene e tornare a casa. Questo significa che tutto il videogame sarà incentrato sul gameplay e, essendo un survival, l’esplorazione e il crafting saranno i punti fondamentali. Riguardo alla creazione degli oggetti è interessante il fatto che ci siano diversi modi per dare alla luce degli artefatti. Potremo usare semplicemente le nostre mani, oppure aprire l’albero delle costruzioni con il tasto R2 e scegliere di avviare una costruzione o ancora potremo creare e poi utilizzare un banco da lavoro. Per creare un oggetto avremo bisogno di una ricetta e degli ingredienti per comporlo, oltre che di un mitico oggetto multiuso in grado di dare alla luce qualsiasi cosa. Dopo aver costruito un nuovo oggetto, si sbloccheranno ulteriori possibilità e si potranno così creare cose nuove. Il bisogno di trovare gli ingredienti necessari per la creazione ci spingerà sia a sperimentare gli strumenti appena forgiati, che nella ricerca di ciò che non potremo subito creare in giro per la mappa.

L’esplorazione, come dicevamo, è un’altra importantissima parte di The Survivalists. La dimensione della mappa è notevole, tanto che avremo bisogno di mezzi di trasporto sempre più sofisticati per poter raggiungere ogni sua parte. Inoltre, in ogni isola sono presenti degli antri o dei labirinti nascosti. Se riusciremo a liberali dalle pericolose presenze al loro interno, ci daranno accesso a tesori eccezionali o alla possibilità di arruolare una graziosa scimmia. Ci troveremo quindi spesso a vagare per queste isole tropicali sperando di capire come lasciarle e tornare alla nostra amata casa.