E’ notizia di pochi giorni fa che Anthem sia giunto al capolinea. Electronic Arts e BioWare, fin da prima dell’uscita ufficiale, non sono riuscite a colmare i dubbi della community che ruotavano attorno a questa nuova IP e, in seguito, non hanno saputo risolvere i problemi che hanno portato i giocatori ad abbandonare e criticare aspramente il titolo.

Anthem ha venduto, sommando le copie fisiche a quelle digitali, ben 3,7 milioni di copie ma questi dati non hanno soddisfatto le aspettative iniziali, di cinque/sei milioni, del publisher statunitense. Malgrado il team di sviluppo di BioWare stia lavorando duramente per poterne migliorare la qualità della vita, il numero di giocatori è in netto calo. A quanto pare i vertici della software house canadese stanno incolpando gli utenti che, secondo il loro parere, si lasciano influenzare da critiche al vetriolo ormai sorpassate. Tuttavia, Electronic Arts non è intenzionata ad abbandonare assolutamente questo titolo poiché potrebbe lasciare un vuoto senza precedenti. Proprio per questo motivo Anthem dovrebbe entrare presto nel catalogo di EA Access e, se ciò non dovesse bastare, la nuova IP di BioWare potrebbe passare a un modello di gioco free-to-play che consentirebbe di rimpolpare le fila di giocatori.