Dopo l’uscita di Anthem, che doveva essere un vero e proprio rilancio per BioWare, dall’azienda canadese non sono più arrivate novità. Tuttavia, nell’ultimo mese, hanno cominciato a prendere piede alcune indiscrezioni – come lo sviluppo di un nuovo Mass Effect – ma anche un piccolo rumor che pian piano è diventato sempre più insistente.

Secondo alcune indiscrezioni provenienti dall’affidabile Kotaku e contrariamente da quanto dichiarato dal CEO di Electronic Arts, BioWare è già al lavoro sul seguito di Anthem. Ma, attenzione, potrebbe trattarsi di un aggiornamento gratuito per i possessori del gioco base, con aggiunte da comprare a parte. Il prodotto starebbe lentamente passando nelle mani dello studio BioWare di Austin, che sembrerebbe entusiasta di applicare correzioni a lungo termine e rivoluzionare un titolo che si è meritato le critiche dell’intero mondo videoludico. Non possiamo sapere nello specifico cosa migliorerà ma, a quanto pare, i lavori di “ristrutturazione” si stanno concentrando principalmente sulla struttura del gioco, sui loot, sulle missioni e sul sistema di progressione.

Leggendo questi possibili sviluppi, ci viene sicuramente in mente No Man’s Sky, che oggi è finalmente un gioco pieno, zeppo di contenuti di ogni tipo, dopo un lancio e un primo anno di vita disastrosi. Cosa ne pensate di questa pratica? E’ giusto tentare di recuperare un prodotto quando ormai è passato così tanto tempo dal lancio? E quanto può essere produttivo?