A pochissime ore dalle prime indiscrezioni a riguardo, il battle royale ispirato a Titanfall non solo è stato ufficialmente annunciato, ma è già disponibile per il download gratuito su PlayStation 4. Apex Legends cerca di inserirsi nel difficile mercato dei battle royale e di contrastarne il leader indiscusso con una formula familiare ma arricchita con qualche elemento distintivo.

Per prima cosa sarà possibile scegliere tra diverse Leggende, otto in tutto, uguali in termini di forza e velocità, ma diverse per quanto riguarda abilità specifiche, da tenere in considerazione in base al nostro stile di gioco e alle esigenze della squadra. Questa è formata da tre personaggi, noi compresi, e il gioco coordinato è fondamentale per avere successo. A questo proposito, possiamo collaborare anche marcando oggetti e luoghi particolari in modo che compaiano sulla mappa dei nostri amici, una meccanica che si aggiunge alla classica chat vocale.

La mappa di gioco, chiamata Kings Canyon, è dominata dalla natura e da installazioni militari abbandonate che nascondono oggetti fondamentali per la nostra partita, dal momento che iniziamo senza armi. Determinate zone sono più ricche in termini di risorse ed equipaggiamento, ma di conseguenza saranno più esposte ad attacchi nemici. Classicamente, la mappa è circondata da un anello che si restringe a intervalli regolari ed entro il quale dobbiamo restare sempre, pena una serie di danni letali.

Disponibile anche la meccanica della cura dei personaggi feriti: subiti troppi danni, resteremo a terra in attesa che qualche compagno ci curi prima che sia troppo tardi. In realtà, anche morendo rilasceremo una sorta di stendardo che i nostri compagni possono portare in un’apposita area di respawn per farci resuscitare, dandoci di fatto una seconda chance.

Apex Legends è già disponibile per il download gratuito. La prima delle stagioni nelle quali sarà suddiviso il gioco inizierà ufficialmente a marzo e sarà possibile acquistare il Battle Pass per accedere a oggetti esclusivi, proprio come accade con la concorrenza. Non resta che vedere se e come riuscirà a cambiare le carte sul tavolo dei battle royale.

4 COMMENTI

Comments are closed.